Torna a Eventi FPA

partner

CNEL - Consiglio Nazionale Economia e Lavoro

Il Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro -CNEL - è previsto dall'articolo 99 della Costituzione della Repubblica Italiana: "Il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro è composto, nei modi stabiliti dalla legge, di esperti e di rappresentanti delle categorie produttive, in misura che tenga conto della loro importanza numerica e qualitativa.

È organo di consulenza delle Camere e del Governo per le materie e secondo le funzioni che gli sono attribuite dalla legge. Ha l'iniziativa legislativa e può contribuire alla elaborazione della legislazione economica e sociale secondo i principi ed entro i limiti stabiliti dalla legge."

Il CNEL è stato istituito dalla legge n. 33 del 5 gennaio 1957. La composizione e le attribuzioni sono disciplinate dalla legge n. 936 del 30 dicembre 1986.

Il Consiglio è composto da sessantaquattro consiglieri:

10 esperti, qualificati esponenti della cultura economica, sociale e giuridica, dei quali otto nominati dal Presidente della Repubblica e due proposti dal Presidente del Consiglio dei Ministri;

48 rappresentanti delle categorie produttive, dei quali ventidue in rappresentanza del lavoro dipendente, di cui tre in rappresentanza dei dirigenti e quadri pubblici e privati, nove in rappresentanza del lavoro autonomo e diciassette in rappresentanza delle imprese:

6 in rappresentanza delle associazioni di promozione sociale e delle organizzazioni del volontariato.

I membri del Consiglio durano in carica 5 anni e possono essere riconfermati.

Progetti in Manifestazione

Relazione annuale sulla qualità dei servizi pubblici.

Nel corso dell’VIII Consiliatura, l’art. 9 della legge 15/2009, attribuisce al CNEL nuovi compiti, in tema di valutazione della qualità dei servizi pubblici. In particolare il comma 1.a dell’art. 9, dispone che il CNEL rediga una relazione annuale al Parlamento e al Governo sui livelli e la qualità dei servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni centrali e locali alle imprese e ai cittadini.

 I compiti assegnati al CNEL dalla legge n. 15 del 2009 configurano una missione di valutazione dell’impatto sociale dell’azione amministrativa attraverso la misurazione e valutazione delle performance delle pubbliche amministrazioni in termini di servizi finali resi ai cittadini e alle imprese.

Nel corso del Convegno sarà presentata la Relazione 2017 sulla qualità dei servizi pubblici, realizzata con il contributo delle amministrazioni impegnate sui temi oggetto dell’analisi.


E' partner di

giovedì, 24 maggio 2018

09:30
11:30

La Relazione annuale del CNEL sulla qualità dei servizi pubblici[ws.33]

Sala: Sala 12

La relazione annuale sui livelli e la qualità dei servizi offerti dalle pubbliche amministrazioni centrali e locali, prevista dall’art.9 della legge 15/2009 effettua una ricognizione sui principali servizi offerti dalle PA centrali e locali alle imprese e ai cittadini.

La Relazione consta di una Parte Generale (quadro statistico, prevenzione della corruzione, trasparenza e stato di attuazione della Riforma Madia); un approfondimento relativo al welfare (Sanità, Assistenza ai non autosufficienti, Istruzione); un’analisi sui servizi alle imprese (Incentivazione e internazionalizzazione, sportelli unici, ritardi nei pagamenti della PA); infine un approfondimento su due temi trasversali: la giustizia e la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza.

I contributi relativi alla Relazione sono stati presentati in occasione di un ciclo seminariale organizzato al CNEL il 14 e 15 dicembre 2017.

Torna alla lista dei Partner