Torna a Eventi FPA

partner

INAIL - Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

L’Inail è un Ente pubblico non economico che gestisce, in via esclusiva, l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

L’assicurazione, obbligatoria per tutti i datori di lavoro che occupano lavoratori dipendenti e parasubordinati nelle attività che la legge individua come rischiose, tutela il lavoratore contro i danni derivanti da infortuni e malattie professionali causati dalla attività lavorativa.

 

Nel corso degli anni l’Inail ha ampliato le proprie funzioni per garantire la tutela dei lavoratori attraverso un sistema globale e integrato di interventi che realizzano una mission multidimensionale:

  • assicurazione dei lavoratori che svolgono attività a rischio;
  • prevenzione, formazione, informazione e assistenza nei luoghi di lavoro a sostegno della salute e della sicurezza dei lavoratori e delle imprese che investono in prevenzione per contribuire a ridurre il fenomeno infortunistico;
  • prestazioni economiche, sanitarie e integrative. Erogazione di cure riabilitative e protesiche per il recupero delle capacità residue e per il pieno reinserimento professionale e sociale dell’infortunato;
  • attività di studio, ricerca scientifica e sperimentazione per proteggere la salute e migliorare la sicurezza dei lavoratori.

E' partner di

mercoledì, 23 maggio 2018

10:00
11:00

Il modello di comunicazione Inail: social media, public brand journalism e narrazione per raccontare i servizi della pubblica amministrazione[ws.119]

Sala: Sala Italian Workers

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO
Inail ha avviato un percorso di avvicinamento dei linguaggi della pubblica amministrazione ai nuovi modelli di interazione sociale. In questo contesto si colloca l’utilizzo della formula narrativa per raccontare la propria identità di ente pubblico che svolge una importante funzione sociale nella promozione della cultura della salute e sicurezza dei lavoratori.
 
In questa prospettiva si pone il portale web che, in un’avventura pioneristica di “public brand journalism”, racconta con immagini, news e video cosa Inail fa quotidianamente per i propri assistiti e per la collettività in generale. Nella stessa direzione va anche il progetto “Belle Storie”, nato in maniera quasi spontanea sulla pagina Facebook, con cui si raccontano le storie di assistiti Inail, vittime di infortuni sul lavoro che, grazie al sostegno dei team multiprofessionali delle sedi territoriali, hanno seguito un percorso di recupero psico-fisico ritrovando la voglia di vivere e di reinserirsi nella società e nel mondo del lavoro.
 
“Belle Storie” sono video-racconti pubblicati mensilmente sul portale Inail e rappresentano un modo nuovo per raccontare i servizi svolti da una pubblica amministrazione.
Lo stesso format è alla base della campagna #storiediprevenzione, che racconta le esperienze positive di investimento per la prevenzione di piccoli imprenditori grazie ai programmi di finanziamento Inail che dal 2010 hanno destinato alle imprese più di 1.800 milioni di euro per il miglioramento degli ambienti di lavoro.

 

 

 

 

giovedì, 24 maggio 2018

10:00
11:00

Innovazione tecnologica nei Bandi di finanziamento alle imprese[ws.140]

Sala: Sala Italian Workers

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Gli Avvisi pubblici ISI a favore delle imprese che investono in sicurezza costituiscono ormai da diversi anni una interessante opportunità per avviare azioni di prevenzione volte al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’esperienza maturata nel corso della gestione dei Bandi ISI ha portato a modulare e specializzare sempre di più i parametri di accesso ai finanziamenti, per consentire alle imprese di orientarsi verso interventi sempre più efficaci.

In particolare, gli applicativi informatici sono stati sviluppati con l’intento sia di permettere un corretto dimensionamento degli interventi anche in relazione ai rischi cui sono esposti i lavoratori, sia di guidare le imprese nella scelta degli investimenti possibili tramite una procedura informatica idonea e di facile utilizzo.

Il Workshop vuole tracciare una sorta di linea di continuità volta a congiungere la conoscenza del pregresso e la previsione dei futuri scenari utilizzando, da una parte, strumenti tradizionali e, dall’altra, strumenti innovativi in grado di fornire informazioni nascoste.

Una parte importante del lavoro svolto dalle nuove tecnologie consiste nell’estrarre dai dati relativi ai Bandi pregressi, le informazioni sulle migliori tipologie di intervento prevenzionale sovvenzionate dall’Istituto. La metodologia usata ha come orizzonte l’analisi dei testi descrittivi inseriti nella presentazione del progetto e lo studio delle informazioni insite negli elaborati progettuali. L’estrazione dei dati non strutturati viene effettuato con applicativi complessi, basati sull’intelligenza artificiale ma alimentati e guidati con istruzioni semplici quali quelle riconducibili al linguaggio naturale.

La rappresentazione formale delle informazioni reali afferenti ai progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro permetterà alle macchine di elaborare automaticamente la conoscenza stessa e di gestire le informazioni sul business con strumenti evoluti di intelligence e analytics diretti a migliorare l’efficacia del sistema dei Bandi ISI.

Le opportunità offerte dalle tecnologie nel campo della progettazione dei Bandi di finanziamento alle imprese sono state un utile supporto per il miglioramento dei servizi di sostegno alle imprese.

giovedì, 24 maggio 2018

11:15
13:15

La ricerca INAIL per la salute e sicurezza su lavoro: la gestione dei rischi psicosociali nella pubblica amministrazione e il ruolo dell’innovazione tecnologica per la prevenzione nei luoghi di lavoro[ws.120]

Sala: Sala Italian Workers

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Ore 11.15-12.15 (prima parte)

Gestione Rischi psicosociali - Da recenti indagini nazionali ed europee emerge che la gestione dei rischi psicosociali e dello stress lavoro-correlato (SLC) nel settore della Pubblica Amministrazione rappresenta una delle priorità da affrontare.  Il Testo Unico Sicurezza individua lo SLC come uno tra i rischi oggetto di valutazione e gestione da parte delle aziende. In tale ottica, nel 2011 Inail ha sviluppato una metodologia per la gestione di tale, utilizzata da 4.892 enti/aziende, di cui il 5,62% fa parte della PA, per un totale di 1.017 liste di controllo e oltre 13.000 questionari compilati. Il seminario farà una panoramica delle principali esperienze di gestione dei rischi psicosociali nella pubblica amministrazione, presentando alcune buone pratiche. Sarà inoltre illustrato il quadro delle prospettive di sviluppo connesse all’istituzione dei Comitati Unici di Garanzia (CUG) ai fini della promozione e della gestione del benessere organizzativo.

Ore 12.15-13.15 (seconda parte)

Innovazione Tecnologica - La ricerca Inail è impegnata nella progettazione e sperimentazione di soluzioni tecnologiche innovative orientate a mitigare l’esposizione ai rischi dei lavoratori impegnati in settori ad elevato indicatore infortunistico. Nel seminario verranno illustrate alcune delle soluzioni messe a punto per specifiche problematiche: robot per surrogare l’uomo in attività e interventi in scenari di lavoro ad alto rischio; esoscheletri integrati per la riduzione dell’affaticamento muscolo scheletrico; sistemi basati su sensoristica avanzata per il monitoraggio delle attrezzature e degli ambienti di lavoro; sistemi di visione e realtà aumentata per assistere il lavoratore in attività ordinarie e straordinarie del processo produttivo e manutentivo; soluzioni per la gestione del rischio sismico ed idrogeologico; dispositivi indossabili per accertare la compatibilità delle soluzioni prevenzionali adottate dal lavoratore in relazione agli ambienti e attrezzature in uso. 

giovedì, 24 maggio 2018

15:00
16:00

Industria 4.0: la ricerca Inail sui cambiamenti delle tutele dei lavoratori[ws.121]

Sala: Sala Italian Workers

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Il mondo del lavoro è in rapida trasformazione per effetto delle innovazioni tecnologiche che incidono sui processi organizzativi. È la quarta rivoluzione industriale, Industria 4.0, per la quale il Ministero dello Sviluppo Economico ha varato il Piano Nazionale Industria 4.0 (2017 - 2020), mirato a fornire strumenti di sostegno alle aziende.

Come cambieranno le tutele dei lavoratori rispetto a nuove mansioni, condizioni di lavoro e occupazioni, quali saranno i nuovi rischi? In questo quadro l’Inail fornisce il proprio contributo per la costruzione di un modello di riferimento mirato a riformulare gli aspetti prevenzionali e di tutela assicurativa dei lavoratori.

Il crescente sviluppo e utilizzo delle nuove ICT ha influito sull’evoluzione delle modalità di organizzazione del lavoro. Se da un lato le nuove forme di lavoro possono determinare un migliore equilibrio tra vita privata e vita professionale, dall’altro richiedono garanzie di salute e sicurezza del lavoratore.

Un focus del workshop sarà dedicato al lavoro agile, più comunemente conosciuto come smart working, con il richiamo alla normativa in tema di salute e sicurezza e alla Legge 22 maggio 2017 n. 81.

Saranno illustrati alcuni risultati della ricerca Inail che analizza le potenzialità delle nuove tecnologie, con l’obiettivo primario di migliorare la prevenzione degli infortuni più gravi e controllare le conseguenze dell’impatto dell'uso delle ICT sui lavoratori.

giovedì, 24 maggio 2018

16:15
17:15

“Studiare il lavoro”: percorso formativo per studenti in alternanza scuola-lavoro[ws.141]

Sala: Sala Italian Workers

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Nell’ambito delle sinergie tra Inail e Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, l’Inail ha realizzato l’intervento formativo in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro destinato agli studenti dell’ultimo triennio degli istituti superiori, inseriti nei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro ordinamentali, equiparati ai lavoratori ai sensi delle disposizioni di cui agli artt. 2 comma 1 lettera a) e 37 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i..

Studiare il lavoro è un intervento di formazione generale da erogarsi in modalità Elearning, della durata di quattro ore, progettato da esperti di diverse Strutture Inail sulla base delle disposizioni normative vigenti e degli Accordi Stato Regioni del 21 dicembre 2011 e del 7 luglio 2016.

Il corso, strutturato in otto moduli e realizzato anche in modalità accessibile per gli studenti con disabilità, utilizza metodologie didattiche interattive e innovative per un migliore coinvolgimento degli studenti sulle tematiche di salute e sicurezza sul lavoro nonché per favorire la loro crescita nella consapevolezza di questi valori.

Partendo dall’introduzione generale, si passa via via ai riferimenti normativi e ai soggetti della sicurezza, ai doveri e agli obblighi del lavoratore, alla valutazione dei rischi, alle sanzioni in caso di violazioni e inadempimenti e alle funzioni degli organismi di vigilanza. Il tutto attraverso lezioni multimediali, esercitazioni, video, giochi interattivi, con quiz di verifica intermedia e un test di valutazione finale. Dopo la sperimentazione effettuata su un campione di studenti appartenenti a diversi ordini scolastici, il corso è stato rilasciato sulla piattaforma del Miur e l’erogazione sta interessando gli studenti dell’ultimo triennio degli istituti secondari di secondo grado dell’intero territorio nazionale.

È attualmente in fase di predisposizione anche la parte specifica del corso, della durata di quattro ore, da erogarsi anch’essa in modalità Elearning.

Torna alla lista dei Partner