Torna a Eventi FPA

partner

TIM

Dalla medicina alla robotica, dall’industria 4.0 fino alle prospettive delle auto autonome e delle smart cities, non c’è ambito che non possa essere rivoluzionato dall’innovazione.

Il futuro della società, delle imprese, del lavoro oggi più che mai è legato allo sviluppo tecnologico.

Lavoriamo alla trasformazione digitale del Paese diffondendo le nostre reti - 5G, fibra, LTE - e le potenzialità che esse offrono. Per la casa intelligente i prodotti dell'Internet of Things; per i cittadini digitali servizi di e-government per un più moderno rapporto con la Pubblica Amministrazione, la Sanità, la Scuola; per le imprese servizi virtuali e cloud computing. Per le Smart Cities soluzioni intelligenti per la qualità della vita e dei servizi ai cittadini:dalla gestione del traffico alla sicurezza, a un minore impatto delle aree urbane sull'ambiente.

Ai circa 100 milioni di clienti, in Italia e Brasile, offriamo telecomunicazioni fisse e mobili, internet, contenuti digitali premium per l'entertainment- video, musica, gaming-; piattaforme cloud evolute e soluzioni IT. Tutto proposto in pacchetti flessibili e modulabili in base alle esigenze delle famiglie e delle imprese, su piattaforme facilmente accessibili da diversi device.

Crediamo che reti e servizi digitali sostenibili, inclusivi, attenti all’ambiente,  siano alla base dello sviluppo di un sistema economico e sociale sostenibile.  Da 16 anni siamo nei principali indici del settore, segno del nostro impegno per rendere TIM un gruppo sempre più “sostenibile”, attento agli effetti della sua attività sull’ambiente, sul personale e sulla comunità in generale.   E per questo abbiamo anche lanciato un grande progetto di educazione digitale - Operazione Risorgimento Digitale - con l'obiettivo di diffondere l'uso delle nuove tecnologie ad un bacino sempre più ampio di cittadini.


E' partner di

mercoledì, 23 Maggio 2018

15:00
18:00

Connettività: le amministrazioni e i territori verso la sfida del 5G[co.25]

Sala: Sala 8

Nel suo Action Plan per il 5G la Commissione europea ha invitato gli stati membri ad individuare entro il 2018 almeno una città dove avviare la sperimentazione del 5G. L’Italia ha risposto con cinque città (Milano, Prato, L’Aquila, Bari e Matera) e un approccio verticale su tutti gli ambiti legati alla sperimentazione. Infatti attraverso l’invito agli operatori di farsi promotori di consorzi che tenessero insieme mondo della ricerca, operatori TLC e il tessuto imprenditoriale, il Mise ha inteso promuovere non singole sperimentazioni ma veri e propri laboratori urbani in cui coniugare offerta e domanda di connettività con lo sviluppo e la sperimentazione di servizi digitali in linea con le esigenze dei territori.

Con la Legge di Bilancio 2018 il Governo ha inoltre messo a disposizione del mercato non solo le frequenze 700MHz, ma anche 200 MHz di spettro della banda 3.6-3.8 e 1GHz di spettro nella banda 26.5-27.5 GHz. Siamo il primo Paese europeo a farlo. Infine recentemente, con progetti paralleli, anche Roma, Torino e Genova hanno avviato le proprie sperimentazioni.

L’Italia si è quindi avviata e sembra pronta a sfruttare le nuove opportunità di sviluppo offerte da una tecnologia che si pone in forte discontinuità con il passato. I servizi potranno cambiare profondamente, così come le abitudini dei cittadini, la loro mobilità e il modo di vivere la città. Anche la robotica e intelligenza artificiale saranno più vicine, come la realtà aumentata che ci permetterà di interagire in modo nuovo con l’ambiente che ci circonda.

Torna alla lista dei Partner