Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 12:30 a 13:20

Migliorare la qualità delle Infrastrutture di Ricerca: l’obiettivo al centro dei finanziamenti del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 [ ws.138 ]

Stand: Sala presso Area Expo del MIUR

Le Infrastrutture di Ricerca (IR), promotrici d’innovazione tecnologica e potenziali fornitrici di competenze di alto livello, hanno un rilevante impatto sul progresso scientifico del Paese. Il miglioramento della rete delle Infrastrutture di Ricerca può dare un contributo significativo alla specializzazione intelligente dei territori, con positive ricadute in termini di crescita economica ed occupazionale.
Per favorire questo processo il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) finanzia progetti finalizzati al potenziamento delle IR, attraverso le risorse provenienti dal Programma Operativo Nazionale Ricerca e Innovazione 2014-2020, previste dall’Azione II.1 del PON, e dal Fondo Sviluppo e Coesione.

Il workshop ha l’obiettivo di illustrare i punti salienti dell’avviso pubblicato il 28 febbraio 2018 che prevede una dotazione finanziaria di 326 milioni di euro, di cui 286 milioni dal PON Ricerca e Innovazione e 40 milioni dal Fondo Sviluppo e Coesione. Verranno indicati gli strumenti e le modalità di concessione dei finanziamenti finalizzati al potenziamento delle IR individuate dal MIUR nel Programma Nazionale per le Infrastrutture di Ricerca (PNIR) 2014-2020 e ammissibili per l'accesso ai fondi PON.
Si tratta di infrastrutture di ricerca funzionali all'implementazione di progetti che risultino rispondenti ad uno o più ambiti ESFRI (European Strategy Forum on Research Infrastructures) e siano di notevole impatto sulle traiettorie della Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente, con la capacità di garantire l'autosostentamento nel medio e lungo termine ed attivare interventi nelle Regioni meno sviluppate o in transizione target del Programma Operativo Nazionale Ricerca e Innovazione 2014-2020.


A cura di

Programma dei lavori

Intervengono

Consoli
Gianluigi Consoli Dirigente Ufficio VIII Direzione Generale per il coordinamento, la promozione e la valorizzazione della ricerca - Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Biografia
Gianluigi Consoli dirige, dall’aprile 2015, l’Ufficio per la programmazione e promozione della ricerca in ambito internazionale e coordinamento della ricerca aerospaziale del MIUR. In tale veste, presiede ad attività come la definizione della posizione nazionale nei programmi dell'Unione europea in materia scientifica, la cura delle relazioni internazionali, in ambito bilaterale e multilaterale, in materia di ricerca scientifica, la partecipazione italiana ad organismi internazionali quali OCSE, CERN, ECMWF, EMBL ed IAEA. Coordina, inoltre, la partecipazione italiana ad iniziative
quali gli Eranet, i programmi ex art. 185 TFUE e le JPI.
Ha una pregressa esperienza in qualità di Tecnologo presso l’ENEA.
E’ laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Roma “ Sapienza” ed ha un Dottorato di ricerca in Storia e Dottrina delle Istituzioni, presso l’Università dell’Insubria di Como.
E’ dirigente del MIUR dal 2014, dopo aver frequentato il V Corso/Concorso di formazione dirigenziale della SNA ed aver effettuato il tirocinio di formazione specifica presso l’Ufficio dell’Addetto scientifico della Rappresentanza permanente presso le OO.II. di Ginevra, occupandosi prevalentemente del CERN e delle altre organizzazioni internazionali di matrice scientifica.

Chiudi

Di Carlo
Cecilia Di Carlo Tecnologo EpR - Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca - Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Biografia
Cecilia Di Carlo, laureata in Fisica all’Università di Roma 3, ha conseguito il diploma di Master Universitario in Data Intelligence e Strategie Decisionali presso il Dipartimento di Statistica, Probabilità e Statistiche Applicate dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Dal 2006 è Tecnologo del Consiglio Nazionale delle Ricerche dove si occupa di gestione e politiche della ricerca e in particolare di infrastrutture di ricerca.
Dal 2010 collabora con il MIUR dove svolge attività di supporto al Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca con particolare riferimento alla redazione e attuazione del Programma Nazionale per le Infrastrutture di Ricerca. Durante il semestre di Presidenza Italiana dell’Unione Europea collabora con il Consigliere Diplomatico del MIUR nella redazione del Report del Semestre e nell’organizzazione del Consiglio Informale Competitività, parte Ricerca, che ha visto come tematica le Infrastrutture di Ricerca e il loro ruolo nell’avanzamento della conoscenza nella società moderna. Dal 2016 è National Data Intermediary per l’Italia all'interno del progetto MERIL2 per la validazione dei dati gestionali delle
Infrastrutture di Ricerca Italiane e dal 2018 rappresenta l’Italia nel gruppo di lavoro strategico "Infrastrutture di ricerca" dell’iniziativa congiunta EU-CELAC (Comunità degli stati Latino Americani e dei Caraibi - LAC).
Al MIUR ha maturato esperienza anche in ambito di Fondi strutturali e di investimento europei partecipando, in qualità di esperto di infrastrutture di ricerca, ai lavori di definizione e stesura del Bando di Rafforzamento Infrastrutturale a valere sul programma PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 e al tavolo tecnico per la definizione di una metodologia di rendicontazione semplificata, con costi standard, per i progetti finanziati con fondi FESR e FSE nel ciclo di programmazione 2014-2020.

Chiudi

Torna alla home