Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 11:00 a 12:00

Verso i nuovi criteri ambientali minimi per la ristorazione collettiva. Come la Pubblica Amministrazione può contribuire alla salute del cittadino e alla tutela ambientale [ ws.53 ]

Stand: Sala presso Area Expo del Ministero dell'Ambiente e della Tutela

Il Ministero dell’Ambiente ha in corso la stesura del documento di criteri ambientali minimi (CAM) per la ristorazione collettiva che sostituirà il documento di pari oggetto adottato con DM 25 luglio 2011.

La nuova proposta di criteri ambientali minimi sui servizi di ristorazione collettiva cerca di cogliere le innovazioni ambientali del settore agroalimentare e del settore della ristorazione collettiva, alcune delle quali introdotte grazie alle politiche in materia agroalimentare nazionali e comunitarie, per valorizzarle nella maniera più appropriata, ovvero tenendo conto dell’applicazione obbligatoria dei criteri ambientali, della sostenibilità complessiva, anche economica, dei criteri stessi.

Le ricadute socio economiche del settore della ristorazione collettiva (scuole, uffici pubblici e ospedali) sono particolarmente significative sia per le ricadute socio economiche, che per quelle ambientali e sanitarie che, sia con riferimento alla produzione agricola e ai servizi di ristorazione collettiva, sia per gli aspetti sanitari che devono essere affrontati in questo ambito.

Il relatore illustrerà, alla luce del nuovo contesto di riferimento, le differenze tra i due documenti di CAM in termini di struttura, obiettivi ambientali, criteri con i quali conseguirli, approccio alle verifiche di conformità. Il relatore darà inoltre informazioni sulle fasi consultive che si realizzeranno prima dell’adozione del documento e le azioni collaterali attuate e che si intendono attuare per garantire la corretta e completa applicazione dei CAM.


A cura di

Programma dei lavori

Intervengono

Rifici
Riccardo Rifici Funzionario - Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare – direzione Clima ed energia Biografia

Riccardo Rifici è nato a Milano il 31 gennaio 1954. Dopo il diploma in chimica industriale ha conseguito una Laurea in Scienze Biologiche, con specializzazione in biochimica presso l’Università Statale di Milano.

Dal 1997 lavora al Ministero dell'Ambiente dove dirige il settore Certificazione ambientale, acquisti pubblici verdi (GPP - Green Public Procurement) e Politica Integrata di Prodotto (IPP).

Coordinatore del “ Comitato di gestione” del “Piano d’azione nazionale per gli acquisti verdi della pubblica amministrazione” (Decreto interministeriale del 11 aprile 2008).

Membro del “GPP Advisory  Group” della Commissione europea, che segue l’applicazione del GPP a livello europeo. Partecipa al “regular meeting IPP/SCP” della Commissione europea che segue l’attuazione del piano d’azione europea su “produzione e consumo sostenibili” (SCP).

Presidente del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit.

Presiede il Comitato di Settore ambiente di ACCREDIA.

Dal 1980 alla fine del 1996 ha lavorato presso il Settore Ambiente della Regione Lombardia dove si occupato di tematiche relative alla pianificazione ambientale.

Oltre a numerosi articoli su riviste di settore ha pubblicato nel novembre 1999 un libro, edito da “Edizioni Ambiente”, sulla “Nuova tutela delle acque”. Nel 2013 ha pubblicato con altri autori un libro sul tema della sostenibilità del cibo, dal titolo “Un pianeta a tavola”.

Ha tenuto diverse lezioni in Master universitari sui temi della tutela delle acque e sui temi della certificazione ambientale e degli “acquisti verdi”.

Chiudi

Mascioli
Alessandra Mascioli al seminario: "Verso i nuovi criteri ambientali minimi per la ristorazione collettiva. Come la Pubblica Amministrazione può contribuire alla salute del cittadino e alla tutela ambientale" - FORUM PA 2018
Alessandra Mascioli Dottoressa in economia e commercio - Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (Direzione generale per il clima ed energia) Biografia Vedi atti

Laureata in economia e commercio, esperta di appalti pubblici verdi e di certificazioni ambientali, collabora presso il Ministero dell’Ambiente sin dal 2004 su dette tematiche. A tale riguardo fornisce supporto per la definizione dei documenti di Criteri ambientali minimi per alcune categorie di forniture e servizi nonché per l’istituzione ed il coordinamento dei relativi gruppi di lavoro. Ha fornito supporto per la definizione del Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi nel settore della pubblica amministrazione e successive revisioni ed ha partecipato, come relatrice, ad eventi di formazione e comunicazione. Partecipa alle riunioni del GPP Advisory Group.

Chiudi

Atti di questo intervento

ws_53_mascioli.pdf

Chiudi

Palomba
Novella Palomba Dottoressa in Scienze Ambientali - Unità Tecnica Specialistica SOGESID presso il Ministero dell’Ambiente - Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento Biografia

Laureata in Scienze ambientali, dal 2015 lavora per l'Unità Assistenza Tecnica della Sogesid s.p.a. presso la Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento del Ministero dell’Ambiente dove si occupa di gestione di rifiuti a livello nazionale e internazionale, con particolare riferimento all’aspetto della prevenzione e della gestione dei rifiuti alimentari.

Chiudi

Torna alla home