Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 15:00 a 18:00

PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali [ co.58 ]

In collaborazione con Unindustria Treviso

Sala: Sala 6

Le amministrazioni pubbliche che vogliono essere al passo con i bisogni di una società complessa e in continuo divenire, devono essere capaci di passare dai remi al timone. Essere così alla regia dello sviluppo locale attraverso un attento “governo con la rete” che le porti a considerare come risorse le forze vitali dei territori, a cominciare dal tessuto imprenditoriale. Questo incontro ha l’obiettivo di presentare casi concreti in cui questa virtuosa alleanza pubblico-privato ha portato a risultati tangibili sulla via dello sviluppo equo e sostenibile delle comunità.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Chairperson

Messina
Patrizia Messina al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Patrizia Messina Direttore Master “Governo delle reti di sviluppo locale” - Dipartimento di Scienze politiche, Giuridiche e Studi internazionali - Università di Padova Biografia Vedi atti

È Professore Associato di Scienza Politica all'Università degli Studi di Padova – Dipartimento SPGI, dove insegna Governo locale e Management delle reti di governance. È direttore del Master in Governance delle reti di sviluppo locale e direttore del Centro Studi Regionali “Giorgio Lago” (CiSR).

È docente, promotore dello Spin Off dell'Università di Padova SHERPA SRL.

È esperta di analisi dei modi di regolazione dello sviluppo locale, con particolare riferimento ai sistemi locali di PMI, ai processi di governance di sviluppo locale, multilivello e multi-attore, con particolare riferimento al contesto europeo e alla produzione di beni collettivi per lo sviluppo del territorio come rete di servizi. Si distingue per un approccio ecologico all'analisi delle politiche per lo sviluppo locale, nel contesto dei processi di globalizzazione e localizzazione, e per l’analisi di impatto sui modi di regolazione regionali. Studia in particolare le forme di governance partecipata dello sviluppo del territorio, la pianificazione strategica del territorio, le reti intercomunali come strategia di sviluppo, il governo di area vasta, le city region e la governance delle reti policentriche di città, privilegiando la comparazione per contesti.

Chiudi

Intervengono

Il “caso Treviso”: alleati per competere

Piovesana
Maria Cristina Piovesana al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Maria Cristina Piovesana Presidente - Unindustria Treviso Biografia Vedi atti

Maria Cristina Piovesana, Presidente di Unindustria Treviso, è Presidente di A.L.F. Uno S.p.A., azienda del mobile che ha fatturato nel 2016 circa 76 milioni di euro (80% export), con 315 collaboratori e altri 2000 nell’indotto. I prodotti Alf sono pensati e realizzati in Italia, previlegiando fornitori nazionali, con attenta selezione delle materie prime e promuovendo la sostenibilità del ciclo industriale.

Tre sedi, a Cordignano, Francenigo di Gaiarine e Vallonto di Fontanelle, e tre marchi: AlfDafrè, Alfitalia e Valdesign.  

L’azienda risale agli anni Cinquanta, da una cooperativa artigiana di Francenigo, poi rilevata dai fratelli Oliviero ed Eugenio Piovesana che le diedero una compiuta dimensione industriale.

Maria Cristina Piovesana, nata a Gaiarine e figlia di Oliviero, guida l’azienda insieme al fratello Piero e al marito Flavio Da Frè, con cui ha due figli, Eleonora e Giovanni.

In ambito associativo, Maria Cristina Piovesana è diventata nel 2000 Consigliere di Unindustria Treviso.

Dal 2004 al 2008 ha partecipato alla Giunta dell’Associazione con delega alle politiche fiscali; dal 2008 al 2014 è stata Vicepresidente (prima con delega alla Finanza e poi a Tesoreria, Piccole Imprese, Merceologie e Semplificazioni burocratiche).

Nel 2014 l’elezione a Presidente di Unindustria Treviso, tra le maggiori Associazioni Industriali italiane con oltre 2.200 imprese associate, prima donna a ricoprire questa carica a Treviso e nel Veneto.

Dal 2015 è componente del Consiglio Generale di Confindustria.

Chiudi

Lega
Laura Lega al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Laura Lega Prefetto - Prefettura di Treviso Biografia Vedi atti

Prefetto di Treviso, dal 3 agosto 2015.

Nata a Roma il 25 dicembre 1959, la Dott.ssa LEGA è coniugata ed ha due figli.

E' in possesso del diploma di laurea in Giurisprudenza.

Entrata in carriera nel marzo 1989, è stata promossa alla qualifica di Viceprefetto con decorrenza 1° gennaio 2002.

Anteriormente alla nomina a Prefetto, ha prestato servizio presso le seguenti sedi, con gli incarichi a fianco indicati:

Roma — Ministero, Direzione Generale per l'Amministrazione Generale e per gli Affari del Personale, ove è stata addetta all'Ufficio Studi per l'Amministrazione Generale e per gli Affari Legislativi;

Vice Capo di Gabinetto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal settembre 2001, in posizione di fuori ruolo;

Roma — Ministero, Dipartimento per gli affari interni e territoriali, dal maggio 2006, con le funzioni di Dirigente dell'Area I: Coordinamento Amministrazioni Statali presso la Direzione Centrale per l'Amministrazione Generale e per gli Uffici Territoriali del Governo;

Dipartimento della Pubblica Sicurezza, dal giugno 2006, quale Capo dell'Ufficio di staff "Ufficio affari generali e giuridici" presso l'Ufficio per il coordinamento e la pianificazione delle forze di polizia;

Dipartimento per le politiche del personale dell'Amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie, dal maggio 2008, ove ha svolto le funzioni di Capo dell'Ufficio di staff : Ufficio II " Studi e analisi, affari legislativi e parlamentari". Dal settembre 2009 ha disimpegnato l'incarico di Capo dell'Ufficio di staff : Ufficio I " Gabinetto del Capo Dipartimento.

Tra i numerosi incarichi disimpegnati nel corso della carriera, oltre alla partecipazione a gruppi di lavoro ministeriali, si ricorda che è stata componente della Commissione istituzionale per la costituzione degli Uffici Territoriali del Governo (U.T.G.) che ha provveduto all'elaborazione del regolamento istitutivo degli UTG.

Ha partecipato a gruppi di lavoro interistituzionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è stata componente della Commissione per l'aggiudicazione della gara relativa al sistema di elaborazione del "Progetto organizzativo di definizione del sistema informativo UTG".

Dal 1999 è stata referente ministeriale del Progetto Cambia P.A. promosso dalla Presidenza del Consiglio — Dipartimento della Funzione Pubblica per lo "Sviluppo delle conoscenze sulP innovazione e ricognizione sui processi di innovazione in atto nelle pubbliche amministrazioni centrali".

Nel 2000 è stata componente dei tavoli di lavoro relativi alla riforma della carriera prefettizia ed ha curato la predisposizione del decreto l.gvo 139/00 e dei successivi provvedimenti attuativi (decreti d'individuazione dei posti di funzione e di relativa graduazione).

Nel maggio 2000 ha rappresentato l'Amministrazione dell'Interno alla "Prima Conferenza sulla qualità delle Pubbliche amministrazioni" tenutasi a Lisbona (Portogallo).

Nel 2001 ha svolto le funzioni di subcommissario prefettizio al Comune di Salerno.

Nel 2007 è stata nominata responsabile del coordinamento generale e dell'attuazione del Protocollo d'intesa in materia di politiche integrate di sicurezza urbana tra Ministero dell'Interno e Regione Friuli Venezia Giulia.

Nell'aprile 2010 è stata nominata Sub commissario prefettizio al Comune di Latina.

Ha svolto numerosi incarichi di docenza ed è autrice di diverse pubblicazioni.

E' stata nominata Prefetto il 30 dicembre 2010 e contestualmente collocata a disposizione con incarico ai sensi della legge 30 dicembre 1991, n. 410.

Ha disimpegnato, nell'ambito del Dipartimento per le politiche del personale dell'amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie, un incarico di studio per la verifica delle esigenze di adeguamento della struttura organizzativa delle Prefetture-uffici territoriali del Governo per l'ottimizzazione funzionale delle stesse, anche con un loro migliore dimensionamento territoriale, correlato alla realizzazione di economie di scala ed alla razionalizzazione delle risorse, nonché delle eventuali conseguenti esigenze di aggiornamento dell'ordinamento della carriera prefettizia, ai fini dell'elaborazione di proposte di modifica alla normativa vigente.

Nel maggio 2014 è stata autorizzata a collaborare con l'Istituto Nazionale di Statistica per fornire il necessario supporto tecnico per la valutazione delle manifestazioni di interesse pervenute, a seguito della pubblicazione di apposito interpello, per il conferimento dell'incarico dirigenziale generale di Direttore centrale del personale presso il predetto Istituto.

Vice Capo Dipartimento, Direttore Centrale per le risorse umane presso il Dipartimento per le politiche del personale dell'amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie, dal 22 agosto 2011.

Chiudi

Il “caso Calabria”: assieme per le competenze digitali

Oliverio
Geraldo Mario Oliverio al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Gerardo Mario Oliverio Presidente - Regione Calabria Biografia Vedi atti

Gerardo Mario Oliverio è nato a San Giovanni In Fiore (CS) il 4 gennaio 1953. Eletto Presidente della Provincia di Cosenza per la coalizione di centrosinistra nel Giugno del 2004 è stato riconfermato dal turno di ballottaggio del 21 e 22 Giugno 2009 con il 56,72% dei voti. Sposato, padre di quattro figli, Antonella, Mara, Laura, Tomas, sin da giovanissimo è stato protagonista dei movimenti studenteschi e delle lotte politiche per il lavoro e lo sviluppo della Calabria. Nel 1980, a soli 27 anni, è eletto consigliere regionale nelle liste del PCI. Nel 1985 è il primo degli eletti nel Consiglio Regionale ed un anno dopo viene nominato Assessore all'Agricoltura della prima Giunta di sinistra della Regione Calabria. Sotto la sua guida l'agricoltura calabrese conosce un notevole dinamismo ed un forte processo d'innovazione e di promozione delle produzioni sui mercati nazionali ed europei. Il mondo agricolo diventa protagonista e partecipe di importanti scelte strategiche nel settore agro-alimentare. Su sua iniziativa vengono approvati importanti programmi e provvedimenti legislativi (programmi di settore, legge di snellimento delle procedure, sull'agriturismo, di sostegno ai giovani agricoltori, di ammodernamento delle infrastrutture rurali, di ricapitalizzazione delle aziende agricole ed altro).Nel 1990 viene eletto Sindaco di San Giovanni in Fiore. Per quattro legislature consecutive (dal 1992 al 2006) è stato eletto Deputato al Parlamento, sempre con altissime percentuali di consenso. Noto per il suo impegno volto alla sviluppo della Calabria, in Parlamento è stato tra l'altro promotore della prima Legge sulla Montagna (Legge 97/94), primo firmatario della legge istitutiva del Parco Nazionale della Sila nonché protagonista assieme ad altri Parlamentari meridionalisti di numerosi provvedimenti a favore del Mezzogiorno (sostegno alle imprese, promozione dell'imprenditoria, Contratti d'Area, credito d'imposta ecc.). E' stato inoltre componente del Consiglio d'Europa. Dal 1997 al 2001 ha anche assunto la carica di Segretario della Federazione Provinciale dei DS e da quella postazione ha ricostruito la coalizione di centrosinistra a sostegno della ricandidatura a Sindaco della città di Cosenza di Giacomo Mancini, dopo un periodo contrassegnato da contrasti e relazioni difficoltose tra il leader socialista ed i partiti di centrosinistra. In quegli anni la città e la provincia di Cosenza furono un vero e proprio laboratorio politico che contò la presenza di leader nazionali. Gerardo Mario Oliverio, del quale sono riconosciuti il rigore morale, la notevole capacità amministrativa, il grande impegno nell'istituzione e le spiccate doti umane, conta su un vasto consenso popolare. Sin dai primi mesi del mandato 2004-2009 si è sempre posizionato in testa ai sondaggi nazionali che rilevano il grado di gradimento e di soddisfazione riservato dai cittadini agli amministratori; quelli resi noti dalle autorevoli indagini EKMA Monitor Provincia e Governance Poll realizzato dalla IPR Marketing per "Il Sole 24 Ore" lo hanno indicato terzo tra tutti i Presidenti delle Province italiane.
Il 23 novembre 2014 è stato eletto Presidente della Giunta regionale con 489.559 voti pari al 61,40%.

Chiudi

Gay
Marco Gay al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Marco Gay Presidente - Anitec-Assinform Vedi atti

Atti di questo intervento

06_co58_gay_marco.mp3

Chiudi

Il “caso Firenze”: comune e imprese per un nuovo artigianato

Sorani
Vittorio Sorani al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Alessandro Vittorio Sorani Presidente - Confartigianato Imprese Firenze Biografia Vedi atti

Presidente Confartigianato Imprese Firenze.
Si occupa di formazione e consulenza aziendale sui temi della comunicazione, leadership e orientamento al mercato.
Ha insegnato per 8 anni Psicologia Sociale all’Università degli Studi di Firenze.
Si occupa di progetti di marketing territoriale e settoriale.
A partire dagli anni ’90 ha organizzato progetti web dedicati alla promozione di Firenze, del Made in Florence e del Made in Italy.

Chiudi

Del Re
Cecilia Del Re al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Cecilia Del Re Assessora allo sviluppo economico - Comune di Firenze Vedi atti

Il caso “Dolomiti Friulane”: la conoscenza per la programmazione dello sviluppo locale

Carli
Andrea Carli al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Andrea Carli Presidente - UTI delle Valli e Dolomiti Friulane Vedi atti

Atti di questo intervento

02_co58_carli_andrea.mp3

Chiudi

Gallo
Luciano Gallo al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Luciano Gallo Direttore Generale - UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane Vedi atti

Atti di questo intervento

03_co58_gallo_luciano.mp3

Chiudi

Grazzini
Raffaello Grazzini al convegno "PA Imprese: alleati per lo sviluppo delle economie territoriali" - FORUM PA 2018
Raffaello Grazzini Responsabile della Divisione Knowledge for Development - FPA Biografia Vedi atti

Laureato in Ingegneria all’Università di Pisa ha lavorato in IBM per 16 anni con incarichi tecnici, marketing e manageriali.

Ha successivamente dato vita ad iniziative di impresa nel settore dell’Information Technology ricoprendo ruoli di Amministratore Delegato e Presidente.

Fin dagli anni ’90 si è progressivamente impegnato in Progetti Nazionali ed Europei sui temi emergenti dello Sviluppo locale focalizzando l’attenzione sulla valorizzazione della Conoscenza a supporto dei processi d’Innovazione.

Le iniziative più significative che ha promosso e gestito sono:

  • Medici di famiglia in rete
  • Servizi delle Banche al Territorio dopo la Deregulation
  • Ontologie dello Sviluppo territoriale
  • Modelli di Sviluppo locale
  • Agenzie di Sviluppo e Centri Servizi Territoriali
  • Benessere Equo e Sostenibile
  • Open data Easy to Use
  • Economia e Lavoro: il DNA Territoriale
  • Sana e Buona Gestione delle Amministrazioni Pubbliche
  • Governance della Programmazione dello Sviluppo Sostenibile

Dal 2013 è responsabile della Divisione Knowledge for Development di Forum PA.    

Chiudi

Torna alla home