Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 09:30 a 11:30

Competenze digitali per la PA [ co.56 ]

Sala: Sala 2

È opinione comune che un uso ampio e pervasivo delle tecnologie digitali nell’amministrazione pubblica e nei rapporti di questa con cittadini e imprese possa favorire importanti opportunità di crescita economica, e non solo, per il Paese. Nel corso degli ultimi anni molti interventi sono andati nella direzione di favorire una trasformazione digitale della PA prevedendo obiettivi anche ambiziosi, quale il recupero del ritardo dell’Italia nell’utilizzo dei servizi in rete da parte di cittadini e imprese attraverso la definizione di progetti prioritari (Strategia per la crescita digitale 2014-2020). Tuttavia a fronte di un impegno crescente a livello programmatico il reale processo di trasformazione digitale della PA è proceduto a rilento come attesta, a mero titolo di esempio, il fatto che il CAD - Codice dell’Amministrazione Digitale a fronte di due recenti interventi di modifica continui ad essere una tra le norme meno applicate del contesto giuridico italiano. Molti sono i fattori alla base di tale ritardo tra cui emerge l’assenza di una cultura del digitale e dell’innovazione condivisa a tutti i livelli dell’amministrazione. 

La dichiarazione di Tallin sull’eGoverment, sottoscritta il 6 ottobre 2017 dai Ministri europei competenti, riconosce infatti lo sviluppo delle competenze digitali a tutti i livelli della pubblica amministrazione come precondizione necessaria per qualunque intervento di trasformazione digitale. La mancanza di competenze adeguate è effettivamente rilevata anche dalla Banca d’Italia nel Rapporto sull’informatizzazione delle amministrazioni locali (2017) come uno degli ostacoli maggiormente influenti, insieme alla mancanza di risorse e alle difficoltà organizzative, sulla difficoltà di aumentare il ricorso alle nuove tecnologie per migliorare i servizi offerti all’utenza. Secondo l’indice DESI anche nel 2017 la principale sfida per l’Italia si conferma il basso livello di competenze digitali, rispetto a cui gli interventi intrapresi risultano essere ancora insufficienti. 

Al fine di stimolare l’attivazione di percorsi virtuosi orientati al rafforzamento delle competenze digitali per il dipendente pubblico, il Dipartimento della funzione pubblica ha lanciato il progetto “Competenze digitali per la PA” volto a promuovere percorsi formativi mirati definiti sulla base degli effettivi gap di capacità e conoscenze dei dipendenti pubblici in ambito digitale rilevati attraverso un’attività di autovalutazione web based.

L’incontro verterà sulla prima delle grandi sfide indirizzate dal progetto, vale a dire la definizione del set di competenze digitali chiave per il dipendente pubblico (Syllabus) su cui impostare l’attività di assessment ed orientare l’offerta formativa. In particolare, attraverso il coinvolgimento attivo di amministrazioni, esperti di dominio ed esperienze di successo provenienti anche dal mondo del privato, nel corso dell’incontro verranno indirizzati diversi interrogativi:

  • Quali specificità, derivanti dalle attività svolte e dagli strumenti digitali in dotazione, caratterizzano il dipendente pubblico e quindi il suo peculiare fabbisogno di competenze?
  • Quali sono gli elementi comuni e quali le differenze tra le competenze del cittadino digitale indirizzate dal ben noto framework europeo DigComp 2.1 e quelle del dipendente pubblico? 
  • Quali metodi e strumenti per l’assessment e la formazione possono essere utilizzati con successo nel sistema pubblico italiano?

Programma dei lavori

Introduce e Modera

Gullo
Elio Gullo al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Elio Gullo Direttore Ufficio per l'innovazione e la digitalizzazione - Dipartimento della Funzione Pubblica Vedi atti

Intervengono

Iacono
Giuseppe Iacono al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Giuseppe Iacono Capo Segreteria Tecnica Assessorato Roma Semplice - Roma Capitale Biografia Vedi atti

Laureato in Scienze dell’Informazione, ha 30 anni di esperienza in campo tecnico, gestionale e manageriale, come imprenditore, consulente, formatore. Ha coordinato progetti di miglioramento per aziende di profilo internazionale e sviluppato interventi di formazione e sviluppo competenze nel campo della gestione dei team, del project management e della qualità.

Da anni promuove iniziative in campo nazionale sui temi dell’innovazione, è stato Presidente dell’Associazione Stati Generali dell’Innovazione, di cui è anche co-fondatore (www.statigeneralinnovazione.it), già Presidente anche dell’Istituto Italiano Open Data, è stato coordinatore del gruppo di lavoro “Competenze per la cittadinanza digitale e inclusione digitale” del Programma Nazionale per la cultura, la formazione e le competenze digitali, e advisor esperto dell’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano.

Co-ideatore e docente del master Smart PA della Link Campus University e docente del master Innovare con il Cloud dell’Università degli studi di Pisa.

Scrive periodicamente come protagonista collaboratore su  www.agendadigitale.eu, curatore del canale Scuola Digitale, è membro del Comitato degli Esperti per l’innovazione di OMAT360 e “eSkills Ambassador” per i progetto europeo “e-skills 4 Jobs”.

È autore di oltre 100 lemmi dei nuovi volumi Scienza e Tecnica dell’Enciclopedia Treccani dedicati a Informatica e Nuovi Media e di numerose pubblicazioni su riviste specializzate, su atti di convegni e di seminari, oltre che di diversi libri sui temi del management e dell’innovazione.

Chiudi

Atti di questo intervento

06_co_56_iacono.mp3

Chiudi

Fantini
Paola Maria Fantini al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Paola Maria Fantini Dipartimento di Ingegneria Gestionale - Politecnico di Milano Biografia Vedi atti

Paola Fantini è Coordinatore di Ricerca al Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Gestionale. La sua area di interesse principale è la trasformazione digitale e tecnologica dell’industria ed il suo impatto sui ruoli e le competenze delle risorse umane.

Ha lavorato in numerosi progetti di ricerca internazionali, finanziati dalla Commissione Europea con Horizon 2020 e precedenti programmi. Nell’ambito dell’Osservatorio Industria 4.0 della School of Management del Politecnico di Milano, si occupa del Tavolo di approfondimento Jobs & Skills 4.0.

Studia l’inserimento e il ruolo delle persone nei sistemi industriali cyber-fisici (CPS), la produzione antropocentrica e sostenibile, le tecnologie abilitanti. E’ autrice di diverse pubblicazioni. Precedente ha lavorato come Direttore Operativo in aziende industriali e come consulente di Direzione e Organizzazione Aziendale. Si è laureata con lode in Ingegneria delle Tecnologie Industriali al Politecnico di Milano nel 1986.

Chiudi

Atti di questo intervento

05_co_56_fantini.mp3

Chiudi

Scquizzato
Riccardo Scquizzato al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Riccardo Scquizzato e-CFplus Application Manager - AICA Vedi atti
Planzi
Marco Planzi al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Marco Planzi Associate Partner - P4I – PARTNERS4Innovation Vedi atti
Arpaia
Carlo Arpaia al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Carlo Maria Arpaia Dipartimento Mercati e Sistemi di Pagamento, Servizio Tesoreria dello Stato - Banca D'Italia Vedi atti
Vannuccini
Gianluca Vannuccini al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Gianluca Vannuccini Dirigente Direzione Sistemi Informativi Area Risorse - Comune di Firenze Biografia Vedi atti

Ingegnere elettronico, dal 1999 al 2003 si occupa di ricerca e formazione, per Università ed Aziende di TLC nazionali, su reti IP di comunicazioni wireless ed ottiche. Nel 2002 lavora agli IBM Zurich Research Laboratories, all'allora draft-standard IEEE 802.11e. Nel 2003, dopo aver concluso il dottorato di ricerca in Telematica e Società dell'Informazione, si avvicina sempre più all'eGovernment, fino ad approdare al Comune di Firenze, dove è attualmente dirigente del Servizio Sistemi Informativi. E' autore di oltre venti pubblicazioni scientifiche e di settore, su riviste e conferenze internazionali e nazionali.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

09_co_56_vannuccini.mp3

Chiudi

Annovi
Cristiano Annovi al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Cristiano Annovi Dirigente responsabile della Governance, del dispiegamento e del supporto dei servizi ICT - Regione Emilia Romagna Biografia Vedi atti

Cristiano Annovi è attualmente Dirigente incaricato della Governance, del dispiegamento e del supporto dei servizi ICT presso il Servizio ICT della Regione Emilia-Romagna.

Da febbraio 2016 ha curato la riorganizzazione di tutti i servizi di supporto interno in tutte le direzioni e agenzie regionali, la standardizzazione delle postazioni di lavoro, l’adozione delle soluzioni di office cloud solutions & collaboration e l’individuazione delle soluzioni tecniche e di supporto operativo per l’avvio della sperimentazione dello smartworking.

Nello stesso periodo ha progettato e guidato il gruppo incaricato della realizzare la nuova intranet collaborativa regionale. Coordina le oltre 150 guide digitali incaricate di accompagnare le strutture regionali ad adottare le nuove piattaforme collaborative in cloud per il lavoro d’ufficio e la datizzazione dei processi collaborativi. Ha progettato il servizio di formazione online continuativa sulle piattaforme e le soluzioni di office cloud solutions destinate agli oltre 5700 collaboratori della rete regionale.

Prima di assumere l’incarico presso la Giunta Regionale è stato Responsabile ICT, Privacy, Trasparenza e Anticorruzione presso l’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna a cui è approdato nel 2012 dopo 17 anni di esperienze manageriali nelle aree ICT, organizzazione, risorse umane, gestione bilancio e finanze presso comuni di medie dimensioni e capoluoghi di provincia.

Classe 1965, Cristiano Annovi ha conseguito la Laurea in Scienze dell’Informazione – indirizzo gestionale – presso l’Università degli studi di Pisa e ha lavorato dal 1990 al 1995 come consulente presso il Sistema Informativo Artigianato Emilia Romagna per la realizzazione del Sistema Informativo DISTRibuito basato su modelli semantici della CNA Emilia-Romagna.

Chiudi

Atti di questo intervento

07_co_56_annovi.mp3

Chiudi

Sammarco
Andrea Sammarco al convegno: "Competenze digitali per la PA" - FORUM PA 2018
Andrea Sammarco Vice Segretario Generale - Unioncamere Biografia Vedi atti

Laureato in Economia e Commercio a La Sapienza di Roma e Master SDA Bocconi School of Management a Milano. E’ Vice Segretario Generale di Unioncamere Nazionale, responsabile dell’Area Agenda Digitale, Registro Imprese e Legalità.

E’ stato Direttore dell’Istituto Nazionale per la distribuzione (INDIS) e responsabile dell’Area Organizzazione e Personale di Unioncamere. Dal 2007 al 2010 è stato Segretario Generale della Camera di commercio di Perugia, Direttore del Centro di Formazione Imprenditoriale e Direttore di Promocamera, azienda speciale per la promozione economica del territorio.

Chiudi

Torna alla home