Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 09:45 a 10:45

Recupero di risorse economiche senza intervenire sulla tassazione ai contribuenti. [ ws.18 ]

Nuovi modi con i quali la gestione fiscale dell’Ente possa divenire concreta opportunità di risparmio duraturo nel Bilancio dell’Ente, grazie ai quali sostenere la programmazione economica e programmare interventi strategici per il futuro.

Sala: Sala 13

Gli adempimenti fiscali degli Enti locali sono improntati alla regolarità e al rispetto di una quantità sempre maggiore di adempimenti. Tanta attenzione raramente lascia spazio e risorse agli Enti, perché possano occuparsi anche di cogliere tutti gli elementi che possano produrre vantaggi e risparmi fiscali.

Occorre quindi cercare servizi mirati che accompagnino le amministrazioni pubbliche nel reperire risorse finanziarie anche sul fronte fiscale, producendo risparmi duraturi nei Bilanci. Ben vengano dunque progetti sviluppati specificamente per questa esigenza, con una pratica ben consolidata ed efficace, applicata in oltre 800 tra enti locali e aziende sanitarie pubbliche, che hanno portato risparmi per oltre 95 milioni di euro a costo zero per gli Enti.

Tali progetti, che si basano sull’analisi del Bilancio e della documentazione fiscale dell’Ente, producono l’importante risultato di liberare risorse economico-finanziarie per l’Ente, riorganizzando le loro originarie gestioni IVA e IRAP, con risparmi prodotti di decine di milioni di euro, certificati nel Bilancio degli Enti.

Gli obiettivi dell'incontro saranno quelli di fornire una panoramica delle principali opportunità che la normativa fiscale pone agli Enti Locali, verificare insieme la volontà del legislatore di stimolare gli Enti ad adottare criteri di gestione fiscale più efficienti ed innovativi, illustrare case history dei servizi di fiscalità passiva che hanno portato importanti risparmi di imposte anche in enti già molto ben attrezzati in tal senso.


A cura di

Programma dei lavori

I temi

La normativa fiscale in ambito IVA e IRAP: gli aspetti ordinariamente gestiti e gli spazi di approfondimento e di opportunità per gli Enti

La versione 3.0 dei Progetti di riorganizzazione della fiscalità passiva: evolvere verso una gestione proattiva per creare risorse nei bilanci

Come si fa a recuperare in un ente già ben gestito: il progetto del Comune di Civitanova Marche

Intervengono

Capulli
Edoardo Capulli Coordinatore Area Fiscalità - Kibernetes Biografia

Laureato in Fisica sperimentale negli anni 90 e in Scienze economiche nell’ultimo decennio, Edoardo Capulli da oltre venti anni si occupa di innovazione ed efficientamento degli Enti Pubblici. Negli ultimi tempi si è specializzato nella gestione fiscale, organizzativa e contabile nel comparto pubblico, con particolare attenzione per le grandi amministrazioni locali e le aziende del settore sanitario.

Coordina dal 2004 il Team della Fiscalità Passiva, partecipato da trenta persone interne tra consulenti, fiscalisti, assistenti e informatori, che opera nell’area Centro Nord per il Gruppo Kibernetes, partner di servizio nella riorganizzazione della fiscalità di oltre 800 Enti Pubblici. Su questi clienti il Gruppo ha prodotto aumenti dei crediti fiscali per oltre ottanta milioni di Euro.

Nel Team sovrintende nuovi progetti di servizio su temi di forte attualità come l’attivazione concreta delle contabilità separate, supporti contabili per le direzioni degli enti, tematiche di assistenza di ordine operativo su fattura elettronica, armonizzazione contabile, split payment, reverse charge, detrazioni IVA per concorrenza.

Chiudi

Passarelli
Marco Passarelli Dirigente Risorse finanziarie – Partecipate – Servizi socio-assistenziali – Risorse Umane - Comune di Civitanova Marche Biografia
Attualmente è Dirigente delle Risorse finanziarie , Partecipate, Servizi socio-assistenziali e Risorse Umane
del Comune di Civitanova Marche. Da circa venti anni si occupa, con responsabilità crescente, di Finanze e
Programmazione Economica negli Enti Locali. Ricopre inoltre il ruolo di Componente unico dell’OIV
(Organismo Indipendente di Valutazione) del Comune di Spoltore (PE).
52 anni, nato a Genova, è laureato in Economia e Commercio e si è specializzato con un Diploma di master
di II livello in “Innovazione nella pubblica”, conseguito con il massimo risultato.

Chiudi

Torna alla home