Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 15:00 a 18:00

Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti [ co.33 ]

In collaborazione con AgID

Sala: Sala 7

Il Piano triennale per l’informatica pubblica vede negli Open Data una delle leve fondamentali nel processo di trasformazione del paese per il ruolo che essi giocano nel rendere effettivo il Sistema Informativo Pubblico e per le potenzialità economiche e sociali che derivano dalle pratiche di riuso.

Tuttavia il processo di liberazione del patrimonio informativo pubblico nazionale soffre ancora per alcuni fattori che ne ostacolano la piena diffusione. In un contesto di strategia nazionale in costruzione e di norme in forte evoluzione, l’impegno degli attori locali (Regioni e Comuni) cresce.

Ma cosa vuol dire oggi fare Open Data? Quali modelli organizzativi e misure garantiscono un’efficace data governance? Quali dati aprire e come individuarli? Che vuol dire dati come bene comune? Perché riutilizzare i dati e quali vantaggi economici e sociali ne derivano?

Sono solo alcuni degli interrogativi che proveremo ad approfondire con il contributo di referenti del mondo pubblico ed esperti della materia

 

Per ascoltare la registrazione audio della prima parte cliccare QUI


In collaborazione con

Programma dei lavori

Chairperson

Stagno
Giovanna Stagno Responsabile RAF (Ricerca, Advisory e Formazione) - FPA Biografia

Esperta in comunicazione pubblica e istituzionale, per FPA si occupa del Project Management di progetti di comunicazione integrata, formazione e advisory della PA sui temi dell’Open Government, Open Data, Partecipazione, ecc… Tra i più recenti il Progetto [email protected] per il Comune di Palermo, il Progetto Open Data Lazio della Regione Lazio, la Campagna di comunicazione istituzionale per il Censimento dell’Industria e dei Servizi di ISTAT, il Progetto S.P.E.SLab per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Progetto “MiglioraPA. La customer satisfaction per la qualità dei servizi pubblici” della Funzione Pubblica. 

Chiudi

Intervengono

Pellegrino
Antonello Pellegrino al convegno: "Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti" - FORUM PA 2018
Antonello Pellegrino Direttore Generale, Direzione Generale degli affari generali e della società dell'informazione - Regione Autonoma della Sardegna Biografia Vedi atti

Antonello Pellegrino, ingegnere, è Direttore generale degli affari generali e della società dell’informazione presso la Regione Autonoma della Sardegna. Coordinatore tecnico dell’Agenda Digitale regionale, è responsabile della transizione operativa ai sensi del CAD e rappresentante presso gli organismi nazionali di coordinamento degli interventi. In precedenza ha diretto strutture regionali in ambito sanità, agricoltura e trasporti. Autore di romanzi storici e di testi scolastici per la Jackson e la Loescher, ha svolto attività nel privato, di tipo libero professionale e di consulenza nonchè di insegnamento e di docenza in ambito ICT presso l’Università degli Studi di Cagliari.

Chiudi

Atti di questo intervento

02_co_33_pellegrino.pdf

Chiudi

Nobile
Mario Nobile Direttore Generale per i Sistemi Informativi e Statistici - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Biografia

Direttore Generale per i Sistemi Informativi e Statistici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Mario Nobile è laureato in Ingegneria Civile e ha un Dottorato di ricerca in Ingegneria dei Trasporti. La sua carriera nel settore della pubblica amministrazione lo ha portato a ricoprire diversi ruoli dirigenziali nell’ambito progettazione e pianificazione territoriale e dei servizi informatici, inclusi programmi di sviluppo della banda larga nel territorio.  Nel 2010 è entrato a far parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dove si è occupato inizialmente di programmi di riqualificazione urbana e politiche abitative, per poi passare alla gestione e manutenzione dei beni immobili delle sedi centrali, delle tecnologie (anche informatiche) di supporto e della razionalizzazione logistica. Parallelamente agli incarichi nella pubblica amministrazione, ha avuto anche ruoli accademici: dal 2001 al 2011 è stato Docente a contratto presso la Facoltà di Architettura dell’Alma Mater - Università degli Studi di Bologna ed ha all’attivo numerose pubblicazioni. Dal 2015, nel corrente incarico, ha coordinato il lancio del nuovo portale web del Ministero ed il portale Opencantieri, best practice internazionale sull’apertura dei dati relativi alle opere pubbliche di interesse nazionale.

Chiudi

Crespi
Daniele Crespi al convegno: "Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti" - FORUM PA 2018
Daniele Crespi Responsabile Innovazione Digitale Direzione Strategie e innovazione dell'offerta - Lombardia Informatica Biografia Vedi atti

Daniele Crespi (1963) è Responsabile Sviluppo Servizi Innovativi. Ha maturato una lunga esperienza  nel mondo ICT dove ha ricoperto diversi ruoli in aziende quali Bull, Sun Microsystems, EDS, Compuware e Compaq. Pima di iniziare la sua collaborazione con Lombardia Informatica, è stato Business Developer Mgr per la Pubblica Amministrazione in PosteItaliane dal 2003 al 2006. In Lombardia Informatica S.p.A. (società della Regione Lombardia) ha il compito di seguire lo sviluppo della Agenda Digitale Lombarda.

Chiudi

Atti di questo intervento

05_co_33_crespi.pdf

Chiudi

Cocchiarella
Angela Cocchiarella al convegno: "Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti" - FORUM PA 2018
Angela Cocchiarella Direzione Università, Ricerca e Innovazione - Regione Campania Biografia Vedi atti

 Ha un’esperienza quasi ventennale nell’ambito della comunicazione digitale con un percorso professionale iniziato nel settore privato dove ha seguito progetti di marketing e digital communication per aziende come Indesit Company, Ferrero, Coca-Cola, Algida, Fininvest, BNL, ACI. Laureata in Scienze della Comunicazione (1997), ha un background umanistico ed una formazione multidisciplinare orientata alla contaminazione fra saperi che l'ha portata ad approfondire tematiche di frontiera nel campo della digital innovation anche attraverso il network della Business School del Politecnico di Milano che ha frequentato. Attualmente, all'interno di Regione Campania, segue le azioni strategiche in ambito digitale per l’attuazione dell’Agenda Digitale e coordina il Progetto Open Data Campania.

Chiudi

Atti di questo intervento

03_co_33_cocchiarella.pdf

Chiudi

Marchese
Gabriele Marchese al convegno: "Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti" - FORUM PA 2018
Gabriele Marchese Dirigente del Servizio Innovazione e Comandante della Polizia Municipale - Comune di Palermo Biografia Vedi atti

Laureato in Giurisprudenza.

Dirigente del Comune di Palermo.
Da circa 20 anni impegnato nella digitalizzazione dei processi degli uffici comunali di Palermo in cui viene assegnato dal Sindaco.
Responsabile Transizione al digitale (art. 17 CAD) dal 2017.
Responsabile della conservazione documentale dal 2017.
Responsabile open data comunale dal 2015.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

06_co_33_marchese.pdf

Chiudi

De Chiara
Francesca De Chiara al convegno: "Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti" - FORUM PA 2018
Francesca De Chiara Digital Commons Lab - Fondazione Bruno Kessler Biografia Vedi atti

Sociologa e ricercatrice nell'ambito dei development studies e dell'open knowledge; ha conseguito un dottorato in Sociologia e Ricerca Sociale presso l'Università di Salerno, durante il quale è stata borsista di ricerca presso la Cornell University (Ithaca, NY) e visiting doctoral student presso la Warwick Business School (UK). A Warwick ha lavorato nel Public Policy Group sotto la supervisione del prof. Colin Crouch.

Attiva nel network internazionale di Open Knowledge Foundation, scrive di open data e open government; attualmente si occupa di community building all'interno del progetto Open Data in Trentino, e collabora con la community open hardware di Arduino.

Ha pubblicato articoli su riviste internazionali, tra le quali "Information Technology for development". Recentemente ha contribuito alla stesura dell'Open Data Barometer di prossima pubblicazione e partecipato a diverse conferenze in qualità di speaker.

Chiudi

Atti di questo intervento

04_co33_de_chiara.pdf

Chiudi

Castellanza
Silvia Castellanza al convegno: "Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti" - FORUM PA 2018
Silvia Castellanza Responsabile Unità Sviluppo Open Data - Comune di Milano Biografia Vedi atti

Silvia Castellanza, laureata in ingegneria civile al Politecnico di Milano, da quasi vent’anni al Comune di Milano, da sempre si occupa di dati, siano essi geografici, statistici, open e non, sia nel ruolo di gestore che di utilizzatore, in particolar modo generando conoscenza, trasparenza e creando strumenti di supporto alle decisioni. Da circa un anno è responsabile dell’Unità Sviluppo Open Data all’interno dell’Area Gestione ed Integrazione Dati, unità che ha il compito di mantenere e sviluppare il nuovo portale Open Data ma soprattutto di far crescere la cultura del dato all’interno del Comune di Milano.

Chiudi

Atti di questo intervento

07_co_33_castellanza.pdf

Chiudi

Cobis
Fabrizio Cobis al convegno: "Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti" - FORUM PA 2018
Fabrizio Cobis Dirigente Promozione e incentivazione della specializzazione, cooperazione e coesione territoriale della ricerca - Ministero dell'istruzione, dell'Università e della Ricerca Biografia Vedi atti

E' Dirigente dell'Ufficio VII della DG per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca del MiUR. Dal 2010 ricopre il ruolo di Autorità di Gestione del PON "Ricerca e Competitività" 2007/2013 con la diretta responsabilità della gestione di fondi da destinare ad investimenti in ricerca e innovazione nelle Regioni Obiettivo Convergenza. In particolare ha curato l'attuazione e la gestione del bando Smart Cities per il Mezzogiorno, e sta curando analoghe attività per il Bando Nazionale. Ha partecipato alla predisposizione dei provvedimenti ministeriali di attuazione della delega contenuta nella legge "Bassanini" per la riforma del sistema della ricerca nazionale e collaborato alla stesura del D.Lgs. 297/99 di riordino del sistema di agevolazione alla ricerca industriale, gestendone direttamente l'attuazione, curando i rapporti con l'Unione Europea ai fini dell'approvazione.

'

Chiudi

Atti di questo intervento

08_co_33_cobis.pdf

Chiudi

Bodino
Maria Claudia Bodino Metrics, Analytics & Data Visualization, Team per la Trasformazione Digitale - Presidenza del Consiglio dei Ministri Biografia

Maria Claudia Bodino, laurea in Ingegneria Telematica presso il Politecnico di Torino, fa parte del Team per la Trasformazione Digitale guidato da Diego Piacentini. Si occupa di Metrics e Analytics per il progetto DAF (Data Analytics Framework), la nuova Piattaforma Digitale Nazionale Dati. Ha avuto numerose esperienze lavorativi nazionali ed internazionali occupandosi inizialmente di sviluppo software per poi dedicarsi al mondo della Business Intelligence e delle Data Science. Si definisce una cittadina attiva e un’idealista, profondamente convinta che per creare una società più inclusiva e un Paese più competitivo si debba investire in cultura del dato e trasparenza. Twitter: @MMariaClaudiAA

Chiudi

Lodi
Giorgia Lodi al convegno: "Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti" - FORUM PA 2018
Giorgia Lodi Dati pubblici - Agenzia per l'Italia Digitale Biografia Vedi atti

Giorgia Lodi ottiene il dottorato in Informatica presso il dipartimento di Scienze dell'Informazione dell'Università di Bologna nel 2006.

Dopo un lungo periodo trascorso nel contesto accademico, nel 2011 Giorgia vince un bando per collaboratore presso l'attuale Agenzia per l'Italia Digitale (allora DigitPA) nell'ambito del Sistema Pubblico di  Connettività (SPC). Inizia così a lavorare su tematiche quali identità digitale, cloud computing nella Pubblica Amministrazione, interoperabilità tecnica e semantica, smart city e open data. 
E' stata uno dei principali autori delle linee guida pubblicate nel 2012 dalla Commissione di Coordinamento SPC su "interoperabilità Semantica attraverso i Linked Open Data". In continuità con tale lavoro Giorgia è stata anche uno dei principali autori delle nuove linee guida sulla "Valorizzazione del patrimonio informativo pubblico" e dell' "Agenda nazionale sulla valorizzazione del patrimonio informativo pubblico" recentemente pubblicata dall'Agenzia. 
Attualmente Giorgia collabora nel contesto di diversi progetti europei che vedono il coinvolgimento dell'Agenzia (e.g., Stork2.0, e-SENS, Share-PSI, Coco Cloud) e gestisce le attività relative al progetto dei linked open data di SPC, i.e., SPCData

Chiudi

Atti di questo intervento

01_co_33_lodi_bodino.pdf

Chiudi

Cogo
Gianluigi Cogo Responsabile Agenda Digitale - Regione Veneto Biografia

Da anni facilita i processi che sfruttano le nuove tecnologie e diffonde la cultura digitale nella PA. 

In rete dai primissimi anni '90, a Venezia fonda la prima rete civica 'Venice On-Line' e poi il primo portale cittadino: 'Venezia.Net'.
Verso la fine degli anni '90 fonda, assieme ad altri colleghi, il primo network dei comuni della Provincia di Venezia 'Polo Est' e infine uno dei primi social network italiani: 'Networkingitalia.it'.  Presso la Regione Veneto, dove attualmente si occupa di Agenda Digitale, progetti comunitari e competenze digitali, ha creato la  prima intranet collaborativa 2.0. In ambito di  coordinamento fra le regioni italiane coordina il gruppo interregionale “IoT, big data e smartness”.

Ha sviluppato Ritef, la 'rete delle regioni per l'e-learning' ed è stato fin dai primi anni 2000 uno dei protagonisti del Cisco Networking Academy in Italia.  E' docente a contratto all'Università Ca' Foscari dove tiene il corso  'Gestione dei dati digitali" e svolge consulenze per università, ministeri e agenzie governative per divulgare le dinamiche e i valori della  'collaborazione e della partecipazione'.  Presidente di Assint (associazione per lo sviluppo dell'innovazione e  delle nuove tecnologie), membro dell'esecutivo dell'Istituto per le politiche dell'innovazione, già direttore scientifico del premio eGov e fondatore dell'Associazione Italiana per l'Opengovernment di cui è  stato Segretario Generale.

Attualmente è Digital Champion per la città di Venezia. E' molto attivo in rete con il suo blog: http://webeconoscenza.gigicogo.it e
collabora continuamente con diverse istituzioni per master e corsi sull'Opengoverment-data, Social Media e sistemi di web collaboration.

Autore dei libri "La cittadinanza digitale" e "I siti web della  pubblica amministrazione". "I Social Network per la PA" e "Business Networking", nonchè coautore di "Tecnologie digitali per la comunicazione pubblica".

Chiudi

Torna alla home