Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio): Programma in continuo aggiornamento

Torna alla home

  da 11:45 a 13:30

PEC e domicilio digitale [ co.44 ]

Un nuovo strumento per un rapporto più semplice tra PA e cittadino

Sala: Sala 7

Iscriviti a questo evento

L’elezione di un domicilio digitale per ogni impresa, professionista o cittadino è considerato un presupposto irrinunciabile per la trasformazione digitale del Paese. Proprio per questo, il domicilio digitale è stato uno dei principali protagonisti del recente intervento di aggiornamento del CAD. Il Decreto correttivo di gennaio 2018 ha infatti stabilito, tra le altre cose, il venir meno del collegamento tra domicilio e ANPR, da più parti considerato come il principale ostacolo all’avvio di questo importante strumento.

Senza attendere il completamento dell’ANPR, le nuove regole del CAD prevedono che ogni cittadino avrà il diritto di eleggere, a partire dalla primavera 2018, un domicilio digitale presso un qualsiasi indirizzo di posta elettronica certificata o servizio elettronico di recapito certificato, garantendosi così anche il diritto di ricevere - solo presso tale indirizzo - ogni notifica o comunicazione avente valore legale dalla Pubblica Amministrazione.

Sono sicuramente molte le cose ancora da fare, dalla costituzione del registro dei domicili digitali dei cittadini alla previsione delle modalità alternative per coloro che non sono in grado di accedere direttamente a un domicilio. Nel frattempo, è fondamentale che le amministrazioni comprendano appieno la portata di questo cambiamento che, oltre a favorire l’abbattimento dei costi delle comunicazioni verso gli utenti, con risparmi di milioni di euro l’anno, contribuirà notevolmente a semplificare l’interlocuzione tra PA e cittadini, che potranno ricevere le comunicazioni che lo riguardano sui propri PC, smartphone e tablet, con effetti positivi anche in termini di effettivo utilizzo dei servizi online della PA.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Chairperson

Tumietto
Daniele Tumietto Esperto UNINFO, advisor INNHUB Biografia
Esperto di Trust Services, e-Invoicing ed e-Procurement.
Componente:
- Focus Group su Blockchain DLT (CEN);
- Focus Group su Application of DLT (ITU); 
- CEN TC/434 e-invoicing, CEN TC/440 e-procurement;
- Advisor CEF per l'eInvoicing Readiness Checker ed il Forum Europeo sulla Fattura Elettronica ;
- Commissioni UNINFO su Firme, identità, sigilli elettronici e relativi servizi (UNI/CT510),  eBusiness e servizi finanziari (UNI/CT522),  Attività professionali non regolamentate (UNI/CT526), Blockchain e tecnologie per la gestione distribuita dei registri elettronici DLT (UNI/CT 532), Tecnologie abilitanti per Industry 4.0 (UNI/CT519).
Iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano.
Professore a contratto presso l’Università di Pisa e la Link Campus University.
 

 

Chiudi

Apertura dei lavori

Braccagni
Simone Braccagni Amministratore Delegato - Aruba PEC

Keynote

Scorza
Guido Scorza Team per la Trasformazione Digitale - Presidenza del Consiglio dei Ministri Biografia
Avvocato, Dottore di ricerca in informatica giuridica e diritto delle nuove tecnologie, è docente presso il Master di diritto delle nuove tecnologie della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bologna, presso il Master in Sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche dell’Università La Sapienza di Roma, presso la Scuola Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri, presso il Corso di Laurea in tecnologie informatiche dell’Università La Sapienza nonché presso la European School of Economics.

E’ membro del Consiglio scientifico e del Consiglio dei docenti del Master di diritto delle nuove tecnologie dell’Università degli Studi di Bologna. Tiene lezioni e seminari in numerosi corsi di specializzazione, di laurea e master presso i quali cura prevalentemente l’insegnamento delle materie connesse alla tutela giuridica del software,  alla proprietà intellettuale nella società dell’informazione, ai contratti ad oggetto informatico nonché al diritto della concorrenza e dei consumatori in internet (Il Sole 24 ore, Master Diritto e impresa – Polo didattico di Rimini – Università degli Studi di Bologna, European School of economics, Università degli Studi di Messina, Università di Pisa, Centro Studi in Informatica Giuridica, SCINT – Sviluppo e cooperazione per le imprese ed internazionalizzazione, Centro Studi in informatica giuridica CSIG, Facoltà di Informatica dell’Università di Roma La Sapienza, Master in Management e diritto dell’innovazione digitale, Scuola di formazione Aforisma e SCINT).

Collabora con numerosi periodici, quotidiani e riviste: L’Espresso, Wired.it, Punto Informatico, PC Magazine, Win Magazine, Office Magazine, Computer Business Review, Internet Magazine e Quale computer, il Corriere Giuridico già membro del comitato di redazione della Rivista di Diritto dell’Internet (IPSOA) nell’ambito della quale ha curato l’Osservatorio di diritto comunitario ed internazionale nonché della redazione della rivista giuridica Temi Romana.

E’ giornalista pubblicista. Esercita la professione legale presso lo Studio Scorza, Riccio & Partners del quale è socio fondatore e presso il quale si occupa, prevalentemente, di questioni connesse al diritto civile, industriale e della concorrenza con particolare riferimento alle problematiche dell’Information society.

Ha fondato e presiede l’Istituto per le politiche dell’innovazione ed è coordinatore della Open Media coalition.

 

Chiudi

Intervengono

Manca
Giovanni Manca Presidente ANORC (Associazione Nazionale Operatori e Responsabili Conservazione Digitale), Esperto di dematerializzazione e sicurezza ICT Biografia

Giovanni Manca, laureato in Ingegneria Elettronica, con 30 anni circa di esperienza attualmente svolge attività di consulenza sulle tematiche di dematerializzazione e sicurezza ICT per numerose aziende specializzate. Ha partecipato, tra l’altro, ai progetti per la prima firma elettronica nella pubblica amministrazione, alla messa in opera dei servizi telematici fiscali, alla progettazione dei documenti elettronici (CIE, CNS) e alla stesura delle principali norme per la cosiddetta dematerializzazione. Ha partecipato alla stesura delle più importanti normative tecniche sui temi della dematerializzazione e del governo elettronico. Dal maggio 2016 è Presidente di ANORC (Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione digitale) e componente del comitato scientifico di AIFAG (Associazione Italiana Firma elettronica Avanzata biometrica e Grafometrica).

Chiudi

Ghezzi
Paolo Ghezzi Direttore Generale - Infocamere Biografia
Paolo Ghezzi, 55 anni, Toscano di Piombino, coniugato e con due figli, è da settembre 2014 Direttore Generale di Infocamere, società di informatica delle Camere di Commercio italiane.
Laurea in Scienze dell'Informazione conseguita a Pisa, nel 1989 entra in Cerved Spa come esperto di reti di telecomunicazioni e partecipa all'importante progetto di collegamento, attraverso una rete ad alta velocità, di tutte le Camere di Commercio d'Italia.
Nel 1995 passa in InfoCamere Scpa quando viene istituito il Registro Imprese telematico, la banca dati di interesse nazionale che rappresenta un caso di eccellenza unico in Europa.
All'interno di InfoCamere ha ricoperto negli anni diversi incarichi, fino a quello di Vice Direttore Generale dal 2008 al 2014.
Attualmente è impegnato con tutto il management in una grande sfida, quella di portare InfoCamere ad assumere un ruolo sempre più rilevante nella digitalizzazione e modernizzazione del Paese, sostenendo e affiancando il Sistema camerale sui temi della semplificazione del rapporto tra PA e Imprese.

Chiudi

Francioni
Alessandro Francioni Dirigente Settore Sistemi Informatici Associati Unione Valle del Savio e Dirigente Settore Servizi al Cittadino e Innovazione Tecnologica - Comune di Cesena Biografia

45 anni, Laurea in giurisprudenza e Master economico in City Management. Dirige i Servizi al Cittadino e Innovazione Tecnologica del Comune di Cesena dal 2010, i Sistemi Informatici dell’Unione Valle del Savio dal 2015 e il SUAP dal 2016. Docente in informatica giuridica e Responsabile per l’Innovazione di ANUSCA (Associazione Nazionale degli Ufficiali di Stato Civile ed Anagrafe) che rappresenta da anni in tutti i tavoli istituzionali presso il Ministero dell’Interno, AGID e Regione Emilia Romagna. Attualmente sta lavorando sull’ANPR; sua nel 2009 (4 aprile Euro-PA) la proposta ufficiale presentata, per conto di ANUSCA, al Ministero dell’Interno di istituire un anagrafe nazionale evolvendo l’Indice Nazionale delle Anagrafi. Da anni lavora sui temi dell’innovazione in tutte le sue declinazioni (tecnologica, organizzativa, motivazionale e relazionale) al fine di meglio sviluppare i nuovi servizi della PA. Ha partecipato fin dagli anni 2000, come consulente e analista funzionale ai primi avvisi di e-government contribuendo a sviluppare le prime piattaforme di servizi on line nella pubblica amministrazione (Progetto PEOPLE, ELI4U); nel tempo ha lavorato per sperimentare e promuovere tutte le soluzioni tecnologiche più avanzate, dalla CIE (2006) al domicilio digitale (2002), dalla certificazione con timbro digitale (2009) alla firma grafometrica (2013) fino ad arrivare alla frontiera dei nuovi totem di video-relazione (2015). Negli ultimi anni si è concentrato sull’evoluzione organizzativa degli sportelli comunali contribuendo alla costruzione di moderne strutture finalizzate a mettere il cittadino al centro delle attenzioni dell’ente locale.    

Chiudi

Carollo
Valentina Carollo Avvocato Biografia

Avvocato in Rovereto (TN). Laureata con lode al Master di II livello in diritto dell'informatica e teoria e tecnica della normazione – Università La Sapienza di Roma - AA 2015-2016​.​ Ricopre attualmente le cariche di Consigliere dell'Ordine degli Avvocati di Rovereto, Componente della Commissione Informatica dell'Unione Triveneta degli Ordini degli Avvocati, Presidente del Centro Studi Processo Telematico - CSPT.

Ha partecipato a tavoli ministeriali sulla riforma del processo telematico e le sue competenze sono spesso sfruttate in relazione alle riforme normative che interessano l'innovazione. Autrice di numerosi articoli in materia di processo telematico, giustizia elettronica anche internazionale e innovazione PA nonché di alcuni volumi sul Processo Telematico. Svolge, per conto di diverse imprese, corsi di formazione sia rivolti al mondo forense che alla Pubblica Amministrazione (da ultimo, corsi di formazione su GDPR, CAD, Big Data e Social Network nella PA, sulla dematerializzazione, sui contratti di sviluppo software).

Si occupa prevalentemente di diritto dell’informatica, consulenza aziendale, contrattualistica, diritto civile e assicurativo, diritto industriale e diritto d’autore. Assiste le Pubbliche Amministrazioni e le imprese che desiderano dematerializzare i loro processi e contratti ovvero regolamentare efficacemente la loro attività informatica e on line anche in merito alle problematiche relative alla privacy e ai controlli informatici sui lavoratori.

Appassionata di blockchain e Internet of Things e in genere per tutte le possibili applicazioni che offrono gli strumenti informatici. Fondatrice di IusLaw Web Radio, la prima radio per gli avvocati. www.studiocarollo.com

Chiudi

Torna alla home