Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 09:30 a 11:30

Impatti organizzativi della Digital Transformation [ co.16 ]

Sala: Sala 3

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Una delle principali caratteristiche della digital transformation è la sua pervasività. Non esiste aspetto o attività, all’interno di qualsiasi organizzazione complessa, che non sia interessato dal cambiamento paradigmatico imposto dall’avvento delle tecnologie del digitale. Non si tratta, infatti, di un processo esclusivamente tecnologico, ma di un complesso e articolato percorso di cambiamento, in cui l’ammodernamento delle tecnologie informatiche va di pari passo con il ripensamento complessivo del proprio modello organizzativo.

Un processo che richiede quindi il coinvolgimento delle diverse funzioni dell’organizzazione, al fine di garantire lo sviluppo e la successiva implementazione di percorsi di change management coerenti e di largo respiro. Eppure, molte delle strategie di trasformazione digitale adottate dalle amministrazioni italiane rimangono ancora oggi appannaggio esclusivo della funzione IT. Il risultato è rappresentato da piani concepiti nelle segrete stanze dei tecnologi, di cui le altre funzioni rimangono meri destinatari.

Un vero processo di trasformazione digitale deve invece basarsi sull’engagement delle varie componenti dell’organizzazione e su un nuovo rapporto tra i sistemi informativi e le altre direzioni dell’ente, con i diversi responsabili di funzione chiamati a diventare i veri leader del percorso di cambiamento, mentre alla direzione IT spetterebbe il ruolo di soggetto catalizzatore della domanda di innovazione e di facilitatore del complessivo processo di trasformazione organizzativa e tecnologica.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Modera

Gianni
Manuela Gianni Direttore Responsabile @Digital4Executive - Gruppo Digital360

Keynote

Rangone
Andrea Rangone al convegno "Impatti organizzativi della Digital Transformation" - FORUM PA 2018
Andrea Rangone CEO - Digital360 Biografia Vedi atti

Andrea Rangone è stato fondatore e Direttore degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano. E’ autore di numerose pubblicazioni nazionali ed internazionali nelle aree strategia, digital economy, mobile business e gestione strategica dell’ICT. Ha fondato diverse imprese in ambito digitale. Oggi è CEO di Digital360.

Chiudi

Atti di questo intervento

co16_rangone_andrea.pdf

Chiudi

Intervengono

Tomasini
Stefano Tomasini Direttore centrale organizzazione digitale - INAIL Biografia

È responsabile del sistema informatico e di telecomunicazione aziendale e dello sviluppo del sistema informativo aziendale, dell'integrazione con gli altri sistemi della pubblica amministrazione, dei rapporti telematici e dell'evoluzione degli strumenti tecnologici per la reingegnerizzazione dei processi produttivi. È responsabile di tutte le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l’accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti (art.15 Legge 183/2011).

Chiudi

Attias
Luca Attias Responsabile Direzione Generale dei Sistemi informativi automatizzati - Corte dei Conti Biografia

Laureato in Ingegneria Elettronica presso “La Sapienza” Università di Roma ha successivamente conseguito il master in Ingegneria dell’Impresa all’Università di Tor Vergata. Dopo la laurea ha lavorato presso la Datamat SpA dove, nell’ambito di commesse legate soprattutto a sistemi real time nel settore avionico e satellitare, ha partecipato per diversi anni a gruppi di lavoro internazionali.  Ha lavorato alla Corte dei Conti come Dirigente Generale della Direzione Generale dei sistemi informativi automatizzati fino a fine ottobre 2018.

Si è impegnato per l’introduzione e lo sviluppo a tutti i livelli di una diffusa “cultura della società dell’informazione” e da diversi anni è diventato un punto di riferimento per una buona parte della Pubblica Amministrazione per le sue modalità di analizzare e comunicare i legami esistenti tra digitale, managerialità e lotta alla corruzione. Ha ottenuto in questi anni un elevato numero di riconoscimenti importanti soprattutto per la capacità di conciliare l’information technology con la managerialità. Le sue interviste e i suoi keynotes apparsi un po’ ovunque sono diventati una specie di “caso” sia per i contenuti altamente innovativi che per il numero di accessi e di commenti.

Chiudi

Brandi
Giorgio Brandi Direttore del Servizio Gestione PRA - Automobile Club d'Italia Biografia

Nato a Roma il 13 febbraio 1955, laurea in Scienze Politiche presso l’Università La Sapienza.

Direttore del Servizio PRA dell’Automobile Club d’Italia ( ACI ). Responsabile e Capo Progetto delle principali iniziative di sviluppo informatico in ACI: * Automazione del Pubblico Registro Automobilistico (PRA) ex L. 187/90 * Attivazione dello Sportello Telematico dell’Automobilista ex DPR 358/2000 * Digitalizzazione dei processi PRA e introduzione del Certificato di Proprietà Digitale Componente del Comitato Tecnico Esecutivo (istituito a norma dell'art. 4,c. 1 del Decreto 23 ottobre 2017) per l’attuazione del Documento Unico previsto dal Dlgs n. 98/2017.

Esperto di pianificazione e realizzazione di modelli organizzativi e procedurali per la ottimale gestione dei servizi PRA al cittadino. Relatore in numerosi Convegni, interni ed esterni, sulle tematiche inerenti l’innovazione dei servizi del Pubblico Registro Automobilistico.

Chiudi

Piunno
Simone Piunno Chief Technology Officer - Tecnologia e Architettura Team per la Trasformazione Digitale - Presidenza del Consiglio dei Ministri Biografia

Chief Technology Officer nel Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio. Dopo una laurea in Ingegneria Elettronica Simone e un periodo di impegno nella nascente scena open source nazionale, nel 2000 ha iniziato la sua carriera come sviluppatore software in una piccola startup di applicazioni mobili e rapidamente ha assunto ruoli dirigenziali in alcune multinazionali dei servizi web e mobile dove ha guidato team di ingegneri dislocati in vari paesi esteri e realizzato piattaforme tecnologhe di messaggistica, sistemi di pagamento e pubblicità online integrate con una cinquantina di operatori telefonici mondiali. A fine 2016 ha lasciato il settore privato per lavorare alla Presidenza del Consiglio nel Team per la Trasformazione Digitale dove si occupa di program management e architettura tecnologica trasversalmente ai vari progetti.

Chiudi

Damato
Vincenzo Damato Direttore Centrale Organizzazione e sistemi informativi - INPS Biografia
Vincenzo Damato è dirigente prima fascia - inps - direzione centrale organ. e sist.inform.;
 
ESPERIENZE LAVORATIVE E FORMAZIONE
 
Attività lavorativa attuale
sc - direttore centrale
 
Esperienze professionali
-direttore generale vicario (dal 18 febbraio 2016 al 30 marzo 2016 e dal 7 aprile 2016 ad oggi)
-direttore centrale risorse strumentali (dal 1 settembre 2014 ad oggi)
-direttore centrale bilanci e servizi fiscali (dal 1 dicembre 2008 al 31 agosto 2014)
- coliquidatore igei s.p.a(dal 01/07/2010 al 30/06/2012);
-capo segreteria del direttore generale (dal 6 novembre 2006 al 30 novembre 2008)
- coordinatore delle attività connesse al trasferimento all'inps della soppressa cassa di previdenza per l'assicurazione degli sportivi (sportass) dal 01/01/2007 al 31/12/2008;
- componente della commissione di concorso a 293 posti di ispettore di vigilanza (dal 01/01/2007 al 31/12/2008);
-capo segreteria del collegio dei sindaci (dal 1 marzo 2002 al 5 novembre 2006)
-dirigente responsabile dell'area sviluppo e gestione risore umane della segreteria tecnica del colegio dei sindaci (dal 13 novembre 2000 al 28 febbraio 2002)
-dal 4 febbraio 2000 al 3 maggio 2000 ha frequentato uno stage alla presidenza del consiglio dei ministri, dipartimento per gli affari giuridici e legislativi, ove ha collaborato alla stesura di diversi schemi di regolamento di organizzazione dei ministeri e degli uffici di diretta collaborazione, nonché il regolamento per l?acquisizione di beni e servizi informatici;
-dal 4 novembre 1999 al 3 febbraio 2000 ha frequentato uno stage presso il consiglio di stato, v sezione giurisdizionale e presso la sezione consultiva per gli atti normativi, ove, tra l?altro, si è occupato del capitolato generale delle opere pubbliche;
-dal 4 novembre 1997 al 3 novembre 1999, ha frequentato i 24 mesi del primo corso-concorso di formazione dirigenziale bandito dalla presidenza del consiglio dei ministri (in g.u. 6 giugno 1995, n. 43) presso la scuola superiore della pubblica amministrazione di roma;
-funzionario del ministero delle finanze, dipartimento delle dogane, presso la circoscrizione doganale di gorizia;
-dal 15 ottobre 1991 al 15 gennaio 1993, ufficiale cpl. della guardia di finanza
Formazione professionale
- relatore presso l'ecole francaise dell'ambasciata di francia nell'incontro con l'iheps sul finanziamento della protezione sociale (22 maggio 2014);
- relatore al corso sui "sistemi contabili e bilanci enti pubblici" presso la scuola superiore dell'economia e finanze (8 gennaio 2013);
-nel 2007 e nel 2008 su indicazione del direttore generale ha partecipato quale esperto previdenziale alle trasmissioni televisive di rai international;
-designato dal ministero dell?economia e delle finanze quale esperto italiano del sistema previdenziale, ha tenuto a bucarest, dal 23 al 25 febbraio 2005, nell?ambito del progetto di gemellaggio con la romania denominato ?improvement the organization and performance of the public accountig?, un seminario riguardante il bilancio dell?inps e l?organizzazione del sistema previdenziale in italia rivolto a dirigenti e funzionari degli istituti di previdenza rumeni.
docenze di diritto amministrativo in quattro corsi di formazione di funzionari del ministero dell?economia e delle finanze (incarico autorizzato con nota del vice direttore generale n. 2300796 del 27 marzo 2002).
docenze di procedura penale e di tecniche d?investigazione al comando zona della guardia di finanza di bari (1992).
quale direttore centrale bilanci e servizi fiscali:
- ha realizzato la centralizzazione delle riscossioni dei contributi da f24;
- ha introdotto la riscossione dei contributi dei domestici tramite mav e carte di credito centralizzando la riscossione;
- ha introdotto la riscossione tramite mav, rid, reti amiche e carte di credito per i riscatti, ricongiunzioni, versamenti volontari e recupero crediti;
- ha introdotto la riscossione tramite mav per i mutui concessi dalla direzione welfare;
- ha realizzato la centralizzazione dei pagamenti delle prestazioni a sostegno del reddito;
- ha realizzato la centralizzazione dei pagamenti degli stipendi al personale;
- ha realizzato la centralizzazione dei riversamenti delle quote associative;
-ha curato l'armonizzazione del pagamento delle pensioni ex inpdap e ex enpals con le modalità già in uso nell'inps;
- ha realizzato l'accentramento dei pagamenti delle prestazioni di fine servizio ex enpas e ex inadel (tfs e tfr) e l'integrazione tra il sistema gestionale sin e il sistema contabile sap r3 (circ. 31/2014)
- ha realizzato l'accentramento dei pagamenti delle spese di funzionamento e di quelle istituzionali tramite la procedura automatizzata masf (circ. 34/2014).
- ha curato la realizzazione della nuova procedura per i pagamenti accentrati dei prestiti pluriennali, piccoli prestiti, borse di studio erogati dalla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e degli interventi di assistenza scolastica erogati dalla gestione ex enam e per l'integrazione tra il sistema gestionale sin e il sistema contabile sap r3 (circ. 35/2014).
- ha realizzato il riversamento centralizzato delle quote associative sindacali riscosse su pensioni e prestazioni a sostegno del reddito.
- ha coordinato le attività per i bilanci di incorporazione dell'istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica inpdap (consuntivo 2012), dell'ente nazionale di previdenza e assistenza dei lavoratori dello spettacolo enpals (consuntivo 2012), dell'istituto postelegrafonici - ipost (consuntivo 2010)e predisposto le istruzioni per rilevare le relative attività nel piano dei conti dell'inps.
- ha curato gli aspetti fiscali inerenti alla fatturazione elettronica entrata in vigore dal 6/6/2014.
 

Chiudi

Donzelli
Paolo Donzelli Direttore, Ufficio Formazione, ricerca, progettazione europea e internazionale - SNA - Scuola Nazionale dell’Amministrazione Biografia

Consigliere della Presidenza del Consiglio dei Ministri è attualmente Direttore generale dell’Ufficio formazione, ricerca e progettazione internazionale ed europea presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione.

Ha ricoperto il ruolo di Direttore Generale dell’Ufficio Progetti Strategici per l’Innovazione Digitale del Dipartimento per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, nell’ambito del quale ha promosso e coordinato iniziative progettuali afferenti, tra gli altri, ai settori scuola, università, salute, identità digitale e imprese e di coordinatore operativo del Gruppo di lavoro eGovernment & Open data della cabina di regia per l’Agenda digitale italiana. È stato Senior Research Fellow alla Cranfield University e Senior Research Scientist presso il Dipartimento di Computer Science della University of Maryland, dove ha svolto attività di ricerca e insegnamento. Laureato in Ingegneria Elettronica presso l’Università Federico II di Napoli, ha conseguito un Master in Computer Science presso la Cranfield University, in Gran Bretagna e un Dottorato di ricerca in informatica e ingegneria dell’automazione presso l’Università di Tor Vergata.

È autore di circa 70 pubblicazioni in riviste e conferenze internazionali, in cui ha trattato temi legati all’ingegneria del software, alla reingegnerizzazione di processi, alla ingegneria dei requisiti e alla modellistica della di sistemi complessi.

Chiudi

Torna alla home