Torna a Eventi FPA

News

Photo by Ben Sweet on Unsplash

FORUM PA al Governo: “Serve un Ministro del futuro”

Dopo 237 incontri, tra laboratori, convegni e momenti di lavoro collaborativo, con quasi 16mila partecipanti, si è chiusa oggi la 29esima edizione di FORUM PA: tre giorni di intensa partecipazione da parte di rappresentanti della PA centrale e locale, operatori qualificati e dirigenti delle principali aziende tecnologiche. Al centro del confronto, i temi strategici per l’agenda politica del Paese e quelli di frontiera del digitale, come l’agenda urbana condivisa, il lavoro pubblico, la programmazione europea post 2020, la gestione, analisi e integrazione dei dati, la sicurezza ICT, la blockchain, la connettività e il 5G, l’internet of things e l’intelligenza artificiale.
Come esito dei lavori di FORUM PA 2018, tra venti giorni realizzeremo un “Libro Bianco per l’innovazione” che sarà messo a disposizione del governo. Da domani, intanto, partirà la rubrica “Caro governo”, in cui le voci dei diversi partecipanti a FORUM PA stimoleranno i rappresentanti della nuova amministrazione sui temi dell’innovazione sistemica.

“FORUM PA 2018 è stato un grande momento di lavoro collaborativo e aperto, da cui sono emersi alcuni messaggi chiave che saranno contenuti e approfonditi nel Libro Bianco per l’innovazione per il governo”. Questa la sintesi di Carlo Mochi Sismondi che ha aggiunto: “È necessario che la politica si impossessi di una visione organica del futuro, in grado di guidare l’Italia a un progetto di Paese verso il 2030, compatibile con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile ONU. Per questo è necessario immaginare e progettare una PA rinnovata e aperta alla collaborazione con i territori, le imprese, le istituzioni. L’innovazione digitale rappresenta non un settore o una politica specifica, ma l’unica vera piattaforma abilitante”.

Un messaggio forte, da cui deriva anche la proposta di FORUM PA al governo in formazione: “Serve un Ministro del futuro – ha sottolineato Gianni Dominici – a cui affidare la costruzione di un progetto di futuro condiviso e partecipato per orientare le scelte di singoli, famiglie e aziende verso uno traguardo comune. L’unico modo per valorizzare le energie vitali del nostro paese è lavorare insieme sugli obiettivi e gli strumenti per raggiungerli. Un ruolo fondamentale spetta ai processi di Digital Transformation che devono investire trasversalmente tutte le attività del paese: non possiamo continuare ad essere il fanalino di coda dell’Europa tecnologica, come dimostra l’indicatore DESI (Digital Economy and Society Index)”.

Photo by Ben Sweet on Unsplash