Torna a Eventi FPA

News

Photo by Clint Adair on Unsplash

La trasformazione digitale della PA: il percorso a FORUM PA 2018

Dalle novità introdotte con il Piano Triennale dell’Informatica nella PA all’effettivo utilizzo dei servizi on line da parte dei cittadini per arrivare a temi di frontiera, come l’Intelligenza Artificiale. Sono tanti gli aspetti che a FORUM PA 2018 saranno approfonditi all’interno di eventi e incontri che possiamo ricondurre sotto la voce “trasformazione digitale della PA”.

Partiamo dal modello evolutivo del sistema informativo della PA, delineato dal Piano triennale per l’informatica pubblica, imperniato su alcuni pillar di particolare rilevanza strategica, tra cui: il consolidamento del patrimonio informativo della PA, la più efficiente gestione delle risorse per l’ICT, l’adozione di nuovi modelli per la governance del cambiamento. In quest’ambito ecco alcuni appuntamenti di assoluto rilievo, molti dei quali realizzati in collaborazione con AgID, l’Agenzia per l’Italia Digitale che nel percorso di attuazione della “Strategia italiana per la crescita digitale 2014-2020” ha lavorato all’attuazione dei principali progetti e ha introdotto importanti novità anche nella governance dell’innovazione.

In questo percorso mettiamo in evidenza per primo il convegno di scenario del 24 maggio “L’Agenda digitale italiana verso gli obiettivi di Eu2020”  che si aprirà con un keynote di Antonio Samaritani, Direttore Generale dell’ Agenzia per l’Italia Digitale, e che vedrà un’importante tavola rotonda tra Regioni, Province e Aziende sullo stato dell’Agenda digitale.

Ma andiamo per ordine. Nella giornata inaugurale, il 22 maggio, segnaliamo questi appuntamenti: “Esperienze e modelli di Interoperabilità”, che farà il punto sull’attuazione del nuovo modello basato sull’approccio API first ed esaminerà le recentissime linee guida sull’interoperabilità; La gestione documentale alla luce delle nuove norme nel quale si affronteranno le criticità emerse nelle pubbliche amministrazioni nel definire una strategia operativa per la trasformazione digitale delle loro attività e della loro produzione documentaria; “Sistema Open Data: esperienze italiane verso una strategia nazionale. Modelli organizzativi, comunità e valore economico e sociale dei dati aperti”, con il contributo di referenti del mondo pubblico ed esperti in materia di Open Data, per riflettere sul ruolo dei dati aperti nel rendere effettivo il Sistema Informativo Pubblico, riconosciuto dal Piano Triennale dell’Informatica nella PA 2017-2019.

Sempre sull’evoluzione del sistema informativo della PA, diversi appuntamenti sono in programma il 23 maggio: il convegno di scenario “Costruire il Sistema operativo del Paese” che metterà a confronto i responsabili pubblici delle politiche d’innovazione, le migliori amministrazioni centrali e locali, l’accademia e le aziende; l’incontro “Impatti organizzativi della Digital Transformation” che vedrà la partecipazione di esponenti di vertice della Corte dei Conti, del Team Digitale e della Scuola Nazionale dell’Amministrazione per riflettere sulle possibili sinergie tra componente tecnologica e organizzativa per abilitare la digital transformation degli enti pubblici. E ancora: “Razionalizzazione dell’Infrastruttura tecnologica”, che sarà un momento di confronto sui nodi ancora da sciogliere lungo il percorso di attuazione del Piano triennale di AgID, il modello strategico evolutivo di cloud della PA e la razionalizzazione dei data center pubblici come elementi cardine della strategia digitale italiana; “Data & Analytics Framework per un nuovo modello di gestione dei dati: stato dell’arte e prime esperienze” per riflettere sul processo di apertura, razionalizzazione e valorizzazione dei dati detenuti e prodotti dalle Pubbliche Amministrazione.

In evidenza, il 23 maggio anche un focus sulla “Sicurezza ICT nella PA”. La trasformazione Digitale della PA deve tenere conto, come previsto dalla Presidenza del Consiglio, da AgID e dal Commissario Digitale, della necessità di implementare sia sicurezza delle applicazioni che protezione dei dati dei cittadini. Security e privacy sono quindi temi divenuti del tutto pervasivi in qualsiasi attività e richiedono da parte del settore pubblico un nuovo livello di consapevolezza e collaborazione tra amministrazioni e verso il settore privato. Il convegno, moderato da Alessio Pennasilico, Information & Cyber Security Advisor e Membro del Comitato Direttivo di Clusit, rappresenterà un’importante occasione per discutere delle possibili soluzioni per approntare capacità di prevenzione e risposta adeguate alle nuove sfide, mettendo a fattor comune competenze, condividendo risorse e abilitando forme di collaborazione pubblico-privato.

Il 24 maggio, infine, sul tema del riuso del software all’interno della PA, il convegno “No lock in” per fare il punto sulle nuove linee guida sull’acquisizione e riuso del software pubblicate dall’AgID in collaborazione con il Team digitale e attualmente in consultazione.

Passiamo ora al tema dei servizi on line: secondo i dati DESI del 2017, l’Italia si posiziona al 25° posto nella classifica dei 28 Stati membri dell’Unione europea per l’effettivo utilizzo da parte dei cittadini dei servizi di e-government. Nel 2017 l’AgID e il Team Digitale hanno avviato una serie di azioni volte a semplificare lo sviluppo e l’utilizzo dei servizi on line della PA. Ne parliamo martedì 22 maggio nel convegno “Servizi online e nuovi diritti di cittadinanza digitale” con il keynote di Matteo De Santi del Team per la trasformazione digitale, e il 23 maggio con un focus sull’elezione del domicilio digitale, considerato un presupposto essenziale per la trasformazione digitale del Paese e uno dei principali protagonisti dell’ultima riforma del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD).

Passando a temi più di frontiera sono infine in programma: martedì 22 un convegno per parlare degli sviluppi della tecnologia Blockchain nell’ultimo anno, con un confronto su scenari applicativi concreti e sui primi dati ed esperienze sul campo; giovedì 24 un confronto su come sviluppare una strategia efficace di approccio all’Intelligenza Artificiale all’interno della PA al quale parteciperanno anche i componenti della task force AgID sul tema.

Nella giornata conclusiva mettiamo infine in evidenza un focus sullo smart working: “Digital transformation e smart working della PA”. Da una parte le tecnologie giocano il ruolo di fattore abilitante dello sviluppo del lavoro agile nella PA, dall’altra parte lo smart working si configura sempre più come una vera e propria leva su cui puntare nei processi di trasformazione digitale delle Amministrazioni Pubbliche: in che misura quindi un progetto di smart working contribuisce al percorso di innovazione di una PA?

Trovate qui il programma e il link per iscrivervi a tutti i convegni, i workshop e le Academy per tutte le tre giornate.Vi aspettiamo a #forumpa18

Photo by Clint Adair on Unsplash