Torna a Eventi FPA

partner

Cast

CAST è leader mondiale nella fornitura di soluzioni di Software Intelligence.

CAST, attraverso il costante investimento in ricerca, oltre 150 milioni di Euro, ed attraverso l’adesione e la promozione di standard internazionali (ISO, OMG-CISQ, OWASP) aiuta oltre 350 grandi corporation in tutto il mondo a ridurre significativamente i disservizi ed i potenziali rischi di business e ad adattare più velocemente le proprie applicazioni software alle esigenze di business, razionalizzando nel contempo i costi IT.

Anche i più grandi IT service provider, da IBM, ad Accenture, a TCS, si appoggiano su CAST AIP per ottimizzare i propri processi interni e fornire servizi di ADM ai propri clienti con la massima qualità ai costi più competitivi.

CAST è stata fondata nel 1990 a Parigi. Attualmente è quotata alla borsa di Parigi, NYSE-Euronext (CAS.PA), ed è presente per supportare i propri clienti in Europa, nelle Americhe, in India ed in Estremo Oriente.

Le piattaforme di Software Intelligence di CAST consentono alle grandi Amministrazioni Pubbliche di prevenire con misurazioni accurate, ripetibili ed economicamente sostenibili i Rischi Operativi presenti all’interno dei propri asset applicativi, nonché di misurare in modo rigoroso la Produttività dei processi di sviluppo e manutenzione del software.

Alcune soluzioni di Software Intelligence:

Progetti in Manifestazione

CAST Italia sarà presente al Forum PA 2018 che si terrà dal 22 al 24 Maggio presso il conference Center La Nuvola di Roma.

Nel corso dell’evento CAST sarà parte attiva al convegno:

• Un nuovo procurement pubblico per un'efficace partnership pubblico-privato

Con l’intervento di Michele Slocovich Solution Design Director CAST, Director of Outreach Italy del CISQ e Docente Computer Science all'Università Luigi Bocconi, per parlare della recente pubblicazione della nuova guida tecnica AGID sulle metriche software e gli standard CISQ e di come il tema della Sicurezza ICT nella PA sia strettamente correlata al tema del Software Measuring.

CISQ: gli standard per la misurazione del software nella nuova Guida AGID [per le metriche SW]


E' partner di

mercoledì, 23 maggio 2018

09:30
11:30

Un nuovo procurement pubblico per un'efficace partnership pubblico-privato[co.12]

Sala: Sala 4

Non è possibile affidare unicamente alle norme il compito di rendere effettivo un nuovo modello di procurement pubblico e non è possibile indicare nelle norme – certamente spesso imperfette e altrettanto imperfettamente applicate – il solo responsabile del mancato raggiungimento di quel modello.

In una fase storica di profonda crisi della finanza pubblica, a cui non corrisponde un uguale declino della domanda, tutt'altro, il Codice degli Appalti moltiplica gli strumenti di possibile collaborazione pubblico privato e incentiva la condivisione delle best-practices al fine di diffondere una nuova cultura del public procurement. I partenariati pubblico-privato si arricchiscono di contenuti e di possibili configurazioni: le consultazioni preliminari di mercato, le nuove procedure “interattive” di dialogo competitivo e partenariato per l’innovazione testimoniano la grande varietà di strumenti che sono previsti dalla normativa vigente. Quello che occorre ora è la sperimentazione.

Sarà difficile cogliere queste opportunità senza una profonda rivoluzione culturale e il superamento della resistenza al cambiamento. La mancanza di una cultura della partnership, non soltanto tra Amministrazione Pubblica e Operatori economici, ma anche rispetto agli operatori finanziari e ai soggetti (costruttori, fornitori, assicuratori, gestori dei servizi) coinvolti nell’operazione, e la scarsa attenzione agli strumenti contrattuali utilizzati nelle iniziative di PPP sono stati fino ad oggi tra i maggiori freni verso il Public Private Partnership.

Torna alla lista dei Partner