Torna a Eventi FPA

partner

Agenzia per la Coesione Territoriale

L’Agenzia per la coesione territoriale, istituita ai sensi dell’art. 10 del D.L. 31 agosto 2013, n. 101, coerentemente all’art. 119 della Costituzione e allo Statuto approvato con DPCM del 9 luglio 2014, ha l’obiettivo di sostenere, promuovere ed accompagnare, secondo criteri di efficacia ed efficienza, programmi e progetti per lo sviluppo e la coesione economica, nonché di rafforzare, al fine dell’attuazione degli interventi, l’azione di  programmazione e sorveglianza di queste politiche. 

In particolare, obiettivo strategico dell’Agenzia è di fornire supporto  all’attuazione della programmazione comunitaria e nazionale attraverso azioni di accompagnamento alle Amministrazioni centrali e  regionali titolari di Programmi e agli enti beneficiari degli stessi, con particolare riferimento agli Enti locali, nonché attività di monitoraggio e  verifica degli investimenti e di supporto alla promozione e al miglioramento della progettualità e della qualità, della tempestività, dell'efficacia e della trasparenza delle attività di programmazione e attuazione degli interventi.

Nel perseguimento di tale finalità, l’Agenzia si ispira a principi di  trasparenza, semplificazione e collaborazione con le Istituzioni dell’Unione Europea, le Amministrazioni pubbliche – centrali, regionali e locali, gli enti privati ed i soggetti a vario titolo coinvolti nell’attuazione delle politiche di sviluppo.

 


E' partner di

martedì, 22 maggio 2018

09:30
10:30

Strategie di Specializzazione Intelligente: esiti dell’attività di monitoraggio e processi di revisione[ws.91]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

La programmazione 2014-2020 della politica di coesione pone al centro degli interventi lo sviluppo economico e sociale dei territori guidato dall’innovazione e gestito attraverso un nuovo modello di governance multilivello e multistakeholder, la strategia di specializzazione intelligente, con la finalità di individuare insieme ai soggetti imprenditoriali - imprese, università e centri di ricerca pubblici e privati -le priorità di investimento in ricerca, sviluppo e innovazione che completano le risorse e le capacità produttive per costruire vantaggi competitivi e percorsi di crescita sostenibile nel medio e lungo termine.

Dopo i primi anni di attuazione ci si confronta con gli esiti del monitoraggio e della valutazione sia sulla strategia nazionale sia su quelle regionali e sull’avvio dei processi di revisione delle strategie regionali di specializzazione intelligente per adeguare, laddove necessario, le traiettorie di sviluppo all’evoluzione dei mercati e delle opportunità tecnologiche. Gli argomenti saranno presentati anche attraverso la condivisione di esperienze operative delle regioni e delle amministrazioni centrali responsabili dell’attuazione.

Il seminario è articolato in due sessioni:

1. Strategia di Specializzazione Intelligente nazionale: esiti dell’attività di monitoraggio (ore 9.30 -10.00), moderata da Daniela Carosi, nella quale interverranno i referenti dei Programmi Operativi Nazionali 2014-2020 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Ministero dello Sviluppo Economico.

2. Strategie di Specializzazione Intelligente regionali: esiti dell’attività di monitoraggio e processi di revisione (ore 10 -10.30), moderata da Federica Bertamino, nella quale interverranno le regioni Lombardia e Friuli Venezia Giulia. 

martedì, 22 maggio 2018

10:30
11:30

L’accompagnamento dell’Agenzia all’attuazione dei PO: la cooperazione rafforzata tra metodi ed esperienze[ws.92]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

Il seminario è finalizzato ad illustrare metodi ed esperienze maturati nell’ambito dell’attività posta in essere dall’Agenzia sin dalla sua costituzione, focalizzando su criticità affrontate, risultati ottenuti e lezioni apprese quali basi per l’organizzazione delle future azioni di “cooperazione rafforzata”.

L’esposizione prenderà le mosse dall’esperienza delle “Task Force” tramite le quali l’Agenzia ha operato nel ciclo di programmazione 2007-13 a supporto delle Amministrazioni titolari dei PO Regionali (Sicilia, Calabria e Campania) e di alcuni PO Nazionali per accelerare ed efficentare le operazione di “chiusura” a fine 2015.

Verrà sviluppata l’analisi dei metodi sviluppati e testati per il “Monitoraggio Rafforzato” dei PO FESR che ha caratterizzato l’attività di accompagnamento dell’Agenzia alle Amministrazioni titolari dei Programmi nella fase di startup dell’attuale ciclo di programmazione 2014-2020.

Il disegno in fase di definizione per le attività di “Cooperazione Rafforzata” da strutturare, progettare operativamente e gestire con le Amministrazioni titolari dei PO, costituisce l’evoluzione del modello di accompagnamento e sostegno che l’Agenzia vuole condividere con gli attori preposte alle diverse responsabilità nell’attuazione delle Politiche di Coesione.

martedì, 22 maggio 2018

11:00
13:30

#ASOC1718 AWARDS[co.39]

Sala: Sala 1

Evento conclusivo dell’edizione 2017-2018 di “A Scuola di OpenCoesione”, il progetto di didattica sperimentale rivolto alle scuole secondarie superiori che promuove attività di monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici attraverso l’utilizzo di Open Data, tecniche di Data Journalism e tecnologie innovative di informazione e comunicazione.

Durante l’evento saranno premiati i migliori lavori di ricerca di monitoraggio civico realizzati dagli studenti per ASOC 2017-2018. Le ricerche realizzate dalle classi hanno toccato diversi temi oggetto delle politiche di coesione osservando progetti localizzati da nord a sud del Paese.

Per ognuno dei casi di studio sono stati utilizzati Open Data, raccolti documenti a livello locale, effettuate interviste sul campo a istituzioni e cittadini, applicate tecniche di Data Journalism e storytelling.

martedì, 22 maggio 2018

11:30
12:10

Rapporto sugli strumenti finanziari cofinanziati dai Fondi strutturali e di investimento europei ed azioni di sistema promosse dall’Agenzia per la Coesione Territoriale[ws.112]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

Nel Febbraio 2018 l’Agenzia per la Coesione Territoriale (ACT) pubblica il 1° “Rapporto sugli strumenti finanziari cofinanziati dai Fondi strutturali e di investimento europei”, disponibile sul sito istituzionale

(www.agenziacoesione.gov.it/it/politiche_e_attivita/programmazione_2014-2020/Strumenti_finanziari/Strumenti_finanziari.html).

Strumento di policy, persegue più obiettivi: offrire ad amministrazioni, intermediari finanziari e cittadini un quadro delle dinamiche di contesto dei fenomeni finanziari; presentare in dettaglio lo stato di attuazione ed i risultati conseguiti dai singoli strumenti finanziari; diffondere le azioni di sistema promosse e attuate dall’ACT in cooperazione con le Amministrazioni centrali e regionali; garantire l’ accountability nel segmento degli strumenti finanziari.

 Il Rapporto si struttura in quattro capitoli:

1.       dinamiche del mercato: credito, garanzie dei confidi, capitale di rischio e PPP;

2.       programmazione degli strumenti, inclusa la mappa delle risorse ad essi destinate;

3.       attuazione degli strumenti finanziari al 31 dicembre 2016, con il dettaglio sull’ attuazione procedurale e finanziario a livello di singola misura di intervento;

4.       azioni di sistema intraprese dall’ACT per favorire la convergenza strategica e operativa degli strumenti, nonché un elevato livello di efficienza ed efficacia.

Nel corso del seminario uno specifico focus è dedicato alle azioni di sistema dell’ACT che hanno consentito, tra l’altro, la creazione di strumenti quali il Fondo di fondi di rilevanza nazionale per la ricerca e l'innovazione, gestito dalla Banca Europea per gli investimenti (BEI) nell’ambito del PON Ricerca e Innovazione.

martedì, 22 maggio 2018

12:10
12:30

Politica di coesione e impact investing: la costruzione partenariale di uno strumento finanziario e di un modello di valutazione per mercati ad alto valore aggiunto economico e sociale[ws.93]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

Assistiamo all’emersione di un nuovo modello di crescita sostenibile nel quale interesse pubblico e privato convergono per sviluppare insieme nuovi mercati ad alto valore aggiunto economico e sociale. Sviluppo non è solo crescita economica ma crescita qualitativa che rafforza il circuito di redistribuzione della ricchezza prodotta e il benessere della collettività. Politiche pubbliche innovative basate su una co-progettazione e co-attuazione partenariale coprono quel gap di informazione e dialogo tra politica e società civile che nei paesi industrializzati è diventato un diffuso ostacolo alla crescita. Il paradigma del Social Investment e dell’innovazione sociale emerge chiaramente dalla Strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, alla cui realizzazione concorrono in modo determinante le risorse dei fondi strutturali e di investimento europei. Questo offre uno spazio di sperimentazione per la progettazione di policy e strumenti condivisi tra settore pubblico e privato per favorire la nascita di un mercato di beni comuni e di beni-servizi ad impatto sociale e ambientale. È un mercato che per evolvere ha bisogno che i principi del Social Investment e del Social Impact diventino strumenti operativi e che attorno ad essi si sviluppi un linguaggio comune condiviso tra tutti gli attori del mercato. Con questo obiettivo, si è deciso di contribuire alla definizione di un mercato italiano del Social Impact Investment. La sfida è costruire all’interno dei fondi strutturali un linguaggio condiviso per l’economia ad impatto sociale e ambientale per trasformare i concetti in driver di sviluppo.

martedì, 22 maggio 2018

15:30
17:00

La valorizzazione dei beni confiscati attraverso le politiche di coesione[ws.95]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

Presentazione della Strategia nazionale per la valorizzazione dei beni confiscati attraverso le politiche di coesione con confronto aperto a rappresentanti del partenariato economico-sociale attivo sul tema.

mercoledì, 23 maggio 2018

11:00
12:30

La Task Force Edilizia Scolastica: supporto e accompagnamento agli enti locali per gli interventi di edilizia scolastica[ws.97]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

Il Progetto Task Force Edilizia Scolastica (TFES) – supportato nel quadro del Programma Azione Coesione Complementare al PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 – in linea con la strategia dell’Agenzia Coesione Territoriale (ACT), persegue l’obiettivo di fornire supporto all’attuazione della programmazione comunitaria e nazionale 2014-2020 nel settore dell'edilizia scolastica, attraverso azioni di accompagnamento alle Amministrazioni centrali e regionali titolari di Programmi e agli enti beneficiari degli stessi, con particolare riferimento agli Enti locali.

L’attività della TFES è sistematizzata all’interno del Protocollo d’Intesa siglato il 21/06/2016 tra l’ACT, la Struttura di Missione della PCM, il MIUR, il MIT e le Regioni aderenti.

Attualmente la TFES è organizzata in un presidio centrale e 12 squadre territoriali attive nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, ,Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana e Umbria. Sono in fase di avvio le TFES nelle Regioni Friuli Venezia Giulia, Marche e Sardegna.

L’accompagnamento della TFES è finalizzato a supportare i soggetti attuatori con una modalità di intervento sul territorio basata su una stretta collaborazione interistituzionale, il cui scopo è quello di raggiungere la completa e tempestiva realizzazione degli interventi. La TFES fornisce inoltre supporto informativo ai soggetti competenti all’implementazione dei dati nelle rispettive Anagrafi Regionali di Edilizia Scolastica.

mercoledì, 23 maggio 2018

16:30
18:00

Incontro della rete nazionale dei comunicatori FESR. Il futuro è adesso[ws.101]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

L’evento si inserisce nel ciclo degli incontri periodici della rete nazionale dei  comunicatori dei Programmi Operativi finanziati nell’attuale periodo di programmazione a valere sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. Il lavoro della rete è coordinato dall’Agenzia per la coesione territoriale e prevede, in questa sessione,  un confronto tra i responsabili della comunicazione su diversi temi di particolare rilievo nell’attuale fase di attuazione degli interventi previsti nelle strategie di comunicazione dei Programmi Operativi, anche alla luce dei cambiamenti introdotti dal nuovo Accordo di Partenariato. In particolare, saranno  presentati gli esiti delle riflessioni su un  set condiviso di indicatori per la valutazione delle azioni di comunicazione proposto nella precedente riunione della rete, raccolti spunti per l’informativa sulla comunicazione da presentare nell’ambito del prossimo Comitato di accompagnamento dell’Accordo di partenariato, e vagliate proposte e fattibilità di azioni congiunte.

La presenza della Responsabile dell’Unità di comunicazione della Rappresentanza in Italia della Commissione europea consentirà di approfondire investEU, programma dedicato agli investimenti europei in Italia.

giovedì, 24 maggio 2018

12:00
13:30

I controlli di I livello nella programmazione comunitaria 2014/2020: forme di innovazione nei processi e nelle procedure[ws.104]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

L’evento rappresenta l’occasione di contatto diretto con i soggetti coinvolti nell’attuazione delle politiche di coesione, in particolare per quanto concerne i controlli di I livello, al fine di presentare gli aggiornamenti e le azioni intraprese rispetto al Forum PA 2017. L’evento si articola in due sessioni di lavoro.

Nella prima sessione sono previste le seguenti presentazioni:

- I primi aggiornamenti delle “Linee guida per l’efficace espletamento dei controlli di I livello dei Fondi SIE, per la Programmazione 2014-2020”, anche ai sensi del D. Lgs. 56/2017 (decreto correttivo del D. Lgs. 50/2016) e degli ulteriori aggiornamenti normativi intervenuti nel corso del 2017 e 2018.

Le linee guida, già presentate in occasione del Forum PA 2017, sono linee di orientamento e d’indirizzo nazionale, il cui scopo principale è illustrare le novità normative in materia, nonché fornire una guida operativa a supporto di tutte le attività afferenti ai controlli di I livello. Tale documento, ad uso di tutti i soggetti direttamente e indirettamente coinvolti nella gestione e controllo dei Fondi Strutturali e di Investimento Europei (SIE), potrà eventualmente essere utilizzato come base di partenza per la redazione della propria manualistica di competenza, previo adattamento al caso di specie.

Tra le modifiche di maggior rilievo saranno analizzate alcune tematiche sull’ammissibilità della spesa, nonché le principali novità in materia di privacy e trattamento dei dati personali nell’ottica complessiva dei controlli di primo livello.

- La predisposizione di alcuni format di check list in continuità con le “Linee guida”, quali strumenti di lavoro principali per la conduzione delle verifiche amministrative previste nei controlli di I livello nell’ambito dei Programmi Operativi Nazionali e Regionali FESR, il cui uso non è vincolante per le Amministrazioni che possono declinare e personalizzare tali check list in funzione del Programma Operativo di riferimento;

- I risultati della prima riunione della “Rete Nazionale degli Uffici di Controllo di Primo livello” quale strumento attraverso il quale si possono interconnettere fra loro tutti gli uffici di controllo di I livello che operano sul territorio nazionale, dando visibilità non solo alle esigenze specifiche manifestate, ma anche alle problematiche tecniche e metodologiche che essi possono riscontrare in materia di controllo di I livello;

- I focus di approfondimento su tematiche comuni sull’ammissibilità della spesa.

La seconda sessione sarà dedicata alla presentazione delle buone pratiche in materia di:

- Autovalutazione rischio frode: verrà presentata la buona prassi attuata nell’ambito dei dei due Programmi Operativi a titolarità dell’Agenzia per la Coesione Territoriale (PON Governance e Capacità Istituzionale e PON Città Metropolitane) in riferimento alla valutazione antifrode;

- Arachne: verrà presentata la buona prassi attuata nell’ambito dei due Programmi Operativi a titolarità dell’Agenzia per la Coesione Territoriale (PON Governance e Capacità Istituzionale e PON Città Metropolitane) in riferimento all’utilizzo del sistema Arachne.

giovedì, 24 maggio 2018

16:00
17:00

L’attuazione dei Patti per lo sviluppo: fra monitoraggio e accompagnamento[ws.139]

Sala: Sala Agenzia Coesione Territoriale

Il nuovo strumento di programmazione ha congiunto in un unico contenitore diverse  fonti finanziarie ed ha attivato una governance multilivello finalizzata alla facilitazione delle procedure. 

I Responsabili Unici dell’Agenzia hanno avviato una azione dinamica di gestione delle problematiche che emergono in fase di attuazione utilizzando le leve di un dialogo codificato con i Responsabili Unici delle Regioni e delle Città mirato a individuare i nodi procedurali e a proporre le soluzioni più efficaci.

Si sta rilevando una complessa attività di facilitazione dei processi a servizio delle decisioni operative da assumere nella sede dei Comitati di indirizzo dei Patti, dei rapporti interistituzionali fra i diversi livelli di responsabilità amministrative sui singoli interventi, nonché delle relazioni fra le diverse strutture dell’ente responsabile dell’attuazione del Patto.

L’attività dell’Agenzia mirata all’attuazione dei Patti per lo sviluppo verrà presentata e discussa nel seminario a partire dalle testimonianze dirette dei Responsabili Unici che esporranno le problematiche del loro lavoro fra i labirinti delle procedure amministrative, le caleidoscopiche fonti di raccolta dei dati necessari per il monitoraggio, le magmatiche relazioni interpersonali fra i responsabili delle diverse componenti dei processi e la costante tensione a rendere possibile l’attuazione degli interventi previsti.

Torna alla lista dei Partner