Torna a Eventi FPA

partner

COMEDATA

Comedata è una società specializzata nella progettazione, sviluppo, realizzazione e gestione di sistemi informativi e applicazioni di business.

Abbiamo un’esperienza ventennale, forti alleanze con i vendor e una profonda conoscenza dei processi.

Siamo in grado, quindi, di offrire soluzioni tecnologiche di qualità e servizi professionali altamente qualificati.

Affianchiamo i clienti nella scelta e adozione delle soluzioni più adeguate alle loro esigenze, assicurandoci che siano performanti, integrate, affidabili e correttamente dimensionate.

L’intero ciclo di attività legate alla realizzazione di una soluzione – ovvero, la progettazione, l’implementazione, il deploy ed infine la gestione – è curato da risorse certificate ai massimi livelli e formate sul project management.

Le nostre soluzioni si basano su innovazione, competenza, indipendenza e flessibilità.

Il sistema di gestione aziendale di Comedata è certificato UNI EN ISO 9001.

Progetti in Manifestazione

Quando si parla di Email Condivise il concetto di collaborazione è immediato: ogni utente riceve su un unico account informazioni comuni al team o all’intera azienda.

ShaTag (soluzione di Comedata) è una piattaforma per la gestione intelligente delle caselle di posta elettronica condivisa, con tag e metadati che aiutano l’utente a sfruttare con semplicità parole chiave e temi associati a ciascun messaggio, identificando chi ha preso parte alla conversazione e a che titolo. ShaTag è una soluzione che non sostituisce ma integra le funzionalità di base dei client di posta tradizionali. Se i sistemi classici funzionano attraverso l’archiviazione della mail in base a scelte arbitrarie, le cui regole possono sfuggire a nuovi utenti, ShaTag propone un motore di ricerca fondato su metadati gerarchici generati anche da note che possono essere allegate a ciascun messaggio. L’adozione di ShaTag può fare la differenza quando si ha a che fare con diversi recipienti, dal Marketing ad HR passando per la PEC.


E' partner di

martedì, 22 maggio 2018

09:30
11:30

La gestione documentale alla luce delle nuove norme[co.11]

Sala: Sala 4

Sono tre le dimensioni a cui possiamo ricondurre le novità in materia di digitalizzazione della gestione documentale nell'ultimo anno: normativa, con la riedizione del codice dell'amministrazione digitale; tecnica, con la pubblicazione del Piano triennale che ha costretto le istituzioni, le imprese e gli esperti ad affrontare temi che sembravano definiti e consolidati; organizzativa.

Oggi sono ancora poche le pubbliche amministrazioni che hanno definito piani concreti finalizzati a rendere operativa una sistematica trasformazione digitale delle loro attività e della produzione documentaria che ne deriva. Non si è ancora consapevoli del difficile livello di sostenibilità economica di alcune soluzioni e della immaturità delle piattaforme e delle infrastrutture digitali disponibili. Le risposte che il legislatore ha dato nell'ultimo anno riusciranno a trasformarsi in azioni sistemiche di innovazione? Da una parte abbiamo buoni esempi che intervengono a consolidare quanto di buono è stato fatto, pensiamo alla circolare 2/2017 del ministro per la semplificazione e la p.a. per l’attuazione delle norme sull’accesso civico generalizzato (c.d. FOIA). Dall'altra però ci sono anche iniziative, come il Sistema di ricerca documentale proposto all' art.40-ter del Cad, prive di riscontri tecnici e garanzie.

Una trasformazione digitale della PA per essere sostenibile e di successo non si consolida né si rafforza con interventi forzati ed estemporanei, ma richiede monitoraggio, reti di collaborazione, forme di cooperazione.

Torna alla lista dei Partner