Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 09:30 a 13:00

Quale ruolo per il cittadino del XXI Secolo? Una nuova concezione di cittadinanza attiva [ co.30 ]

Sala: Sala 2

Iscriviti a questo evento

Che cosa vuol dire essere cittadini attivi nella realtà di oggi? Una realtà in cui non valgono più le stesse categorie che valevano nel secolo scorso, in cui già le generazioni che sono oggi trentenni (senza parlare di quelle più giovani) non hanno conosciuto realtà che non fosse permeata anche di digitale. Il cittadino attivo è oggi per forza un cittadino digitale, avrà sempre meno senso isolare i due termini. Per questo parlare oggi di attivismo civico significa parlare di nuove forme di partecipazione, di civic hacking e comunità informali, di attivisti digitali, di persone che vogliono diventare protagoniste del cambiamento mettendo in campo risorse nate dalla condivisione per risolvere sfide concrete e spesso complesse.

In questo quadro si affiancano l’“innovation without permission” del civic hacker che sperimenta soluzioni alternative, cambia, innova senza chiedere il permesso, alle comunità informali che nascono attorno all’interesse per la cura di un bene comune e mettono insieme le loro competenze e conoscenze per dare un contributo reale alla società. Si affrontano nuove sfide in maniera creativa, si trovano formule inedite per partecipare, si chiede di cambiare i processi, di dare valore all’inclusione e alle energie che arrivano dal basso e dal territorio. Ci sono nuovi strumenti a disposizione e, quindi, nuove aspettative.

La domanda è: le nostre amministrazioni e la nostra politica sono consapevoli di questo cambiamento? Sono pronte ad accettare la sfida? In questo incontro vogliamo riflettere proprio sulle nuove forme di attivismo civico, sulle opportunità che aprono, sul rischio di non saperle cogliere restando inchiodati a modelli e schemi del passato.

A conclusione del convegno il Capo Dipartimento della Funzione pubblica, Pia Marconi, presenterà gli esiti del Premio : “OpenGov Champion per la trasparenza, la partecipazione e la cittadinanza digitale”. Il premio, nato per valorizzare l’adozione di iniziative ispirate ai principi dell’amministrazione aperta, nell’edizione 2018 è dedicato a riconoscere il contributo fornito dalla società civile. Fra le organizzazioni candidatesi saranno proclamate 3 Champion, che riceveranno l’importante attestazione alla presenza dei rappresentanti istituzionali che fanno parte del Comitato di premiazione nominato dal Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione.

Per ascoltare la registrazione integrale della tavola rotonda cliccare i seguenti link:

Tavola_Rotonda1 Tavola_Rotonda2 Tavola_Rotonda3

 

 

Programma dei lavori

Modera

Dominici
Gianni Dominici al convegno "Quale ruolo per il cittadino del XXI Secolo? Una nuova concezione di cittadinanza attiva" - FORUM PA 2018
Gianni Dominici Direttore Generale - FPA Biografia Vedi atti

Laureato in Sociologia, nel 1985 è socio fondatore dello Studio Gris, nato su iniziativa di un gruppo di professionisti impegnati a valutare le implicazioni di natura sociale ed economica delle attività di governo, di progettazione e di valutazione degli interventi nelle aree urbane e rurali. Nel 1991 riceve l’incarico, da parte della Fondazione CENSIS, di coordinare le attività dell’Associazione RUR nata su iniziativa della Fondazione con la finalità di elaborare e sostenere proposte innovative per le trasformazioni delle città e del territorio. Dal 1993 ha introdotto all’interno dell’associazione un nuovo campo sistematico di analisi ed intervento relativo allo sviluppo delle tecnologie telematiche nello sviluppo territoriale. Tra il 1997 e il 1998 ha lavorato alla Commissione Europea (DGXXIV) come esperto nel campo delle implicazioni sociali dello sviluppo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Dal primo gennaio 1999 a settembre 2007 è responsabile del settore Processi Innovativi della Fondazione Censis. In questo ruolo ha diretto numerose ricerche nel campo nella Società dell’Informazione e gestito progetti di telematica applicata. Dal primo gennaio 2001 al maggio 2006 ha assunto anche l’incarico di amministratore delegato di Atenea, una società di formazione in rete sui temi dell’innovazione e della tecnologia. Nel settembre 2007 è diventato vicedirettore generale di FORUM PA. Da gennaio 2010 ne è Direttore Generale.

Chiudi

Atti di questo intervento

01_co30_gianni_dominici.mp3

Chiudi

Keynote speech

De Chiara
Francesca De Chiara al convegno "Quale ruolo per il cittadino del XXI Secolo? Una nuova concezione di cittadinanza attiva" - FORUM PA 2018
Francesca De Chiara Digital Commons Lab - Fondazione Bruno Kessler Biografia Vedi atti

Sociologa e ricercatrice nell'ambito dei development studies e dell'open knowledge; ha conseguito un dottorato in Sociologia e Ricerca Sociale presso l'Università di Salerno, durante il quale è stata borsista di ricerca presso la Cornell University (Ithaca, NY) e visiting doctoral student presso la Warwick Business School (UK). A Warwick ha lavorato nel Public Policy Group sotto la supervisione del prof. Colin Crouch.

Attiva nel network internazionale di Open Knowledge Foundation, scrive di open data e open government; attualmente si occupa di community building all'interno del progetto Open Data in Trentino, e collabora con la community open hardware di Arduino.

Ha pubblicato articoli su riviste internazionali, tra le quali "Information Technology for development". Recentemente ha contribuito alla stesura dell'Open Data Barometer di prossima pubblicazione e partecipato a diverse conferenze in qualità di speaker.

Chiudi

Tavola rotonda

Patruno
Vincenzo Patruno Associazione onData Biografia

Project Manager presso Istat e innovatore "Data Driven".  In Istat ho ricoperto vari incarichi legati alla diffusione e alla trasmissione dati, tra cui quello di coordinatore della task force su Open Data  che ha consentito all'Istituto di essere tra i primi soggetti pubblici a interagire con il mondo dei nuovi utilizzatori di dati: società civile, data journalist, civic hacker, startup innovative. Sono stato membro della seconda Commissione Nazionale sul Software Open Source e ho collaborato come esperto di diffusione, trasmissione dati e "data sharing" in numerosi progetti di cooperazione internazionale. Mi occupo essenzialmente di Open Data e Big Data. Svolgo attività di docente e di relatore in convegni e seminari su innovazione e trasformazione digitale..

Chiudi

Di Cesare
Ettore Di Cesare Cofondatore e Direttore dei progetti - Associazione Openpolis Biografia

Laureato in matematica, è socio fondatore di Openpolis, di cui è il responsabile dei progetti. Nell’associazione ha unito la passione per l’innovazione tecnologica e l’impegno civico. Di Cesare si occupa di nuove tecnologie dagli inizi degli anni novanta.Da sempre interessato a un uso consapevole e sociale delle tecnologie, ha partecipato allo start-up di aziende, lavorato per grandi gruppi editoriali e svolto attività di formazione presso l’Università Roma 2 Tor Vergata.

Chiudi

Di Ciano
Marco Di Ciano Responsabile Servizio Ricerca e Innovazione - InnovaPuglia Biografia

Marco Di Ciano è nato a Cagliari, Italia il 21 ottobre 1968. Si laurea con lode in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Bari nel 1993. Nel 1998 consegue il dottorato di ricerca in Ingegneria Elettronica lavorando anche come free researcher presso la Katholieke Universiteit Leuven in Belgio. Come ricercatore e ingegnere microelettronico ha guidato attività di ricerca per conto del Consiglio Nazionale delle Ricerche, è stato assunto in qualità di progettista-ricercatore presso il Centro Interuniversitario di Microelettronica IMEC a Leuven in Belgio e ha lavorato come group leader per la Philips di Zurigo in Svizzera. Nel 2000 è stato assunto al Parco Scientifico Tecnopolis CSATA di Valenzano - Bari dove ha lavorato come coordinatore dell'unità "Elettronica e Sistemi" su diversi progetti pilota per le PMI e la Pubblica Amministrazione. Dal 2009 lavora per InnovaPuglia SpA società in-house della Regione Puglia come responsabile dell'Ufficio Ricerca. E’ autore di diversi lavori scientifici pubblicati su riviste nazionali e internazionali.

Chiudi

Pizzicannella
Stefano Pizzicannella Dipartimento della Funzione Pubblica, Presidenza Consiglio dei Ministri Biografia

Stefano Pizzicannella (nato a Roma il 6 ottobre 1969) laureato in Scienze Politiche, ha conseguito il Diploma di specializzazione in diritto ed economia dell’UE presso l’Università di Roma La Sapienza. Nel 2000 supera con successo il concorso per Dirigenti della SSPA (Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione) divenendo dirigente della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ha ricoperto la funzione di responsabile per gli affari internazionali presso il Dipartimento della funzione pubblica, presso la SSPA ed il Comitato per la promozione della leadership. Nel corso della sua carriera ha avuto esperienze di studio e lavorative presso il  Cabinet Office del Regno Unito, la Commissione Europea, il Parlamento Europeo e la London School of Economics. Attualmente rappresenta l’Italia nell’ambito di diverse organizzazioni internazionali e comitati che si occupano di governance pubblica come Nazioni Unite, OCSE, UE e nel quadro dell’Open Government Partnership.

Chiudi

De Ponte
Marco De Ponte Segretario Generale - ActionAid Italia Biografia

Dal 2001, è Segretario Generale di ActionAid Italia. Per otto anni direttore per l’Europa è attualmente responsabile della Federazione internazionale per la crescita in nuovi paesi. Classe 1970, dopo la laurea in Relazioni Internazionali nel 1995 a Padova, ha conseguito il Master in “Understanding and securing human rights” a Londra. Ha collaborato successivamente con diverse università italiane e per la European Human Rights Foundation a Bruxelles. Autore di varie pubblicazioni sugli strumenti giuridici e paragiuridici utilizzati nelle fasi di riconciliazione nazionale al termine di fasi di conflitto armati, nel 1999 ha lavorato nei Balcani ed in Albania per conto di Intersos. Impegnato sin da giovanissimo con Amnesty International, ne è stato per sei anni il Vicepresidente in Italia, partecipando per otto anni all’International Council, ed ha lavorato per due anni come campaigner sull’Etiopia al Segretariato Internazionale dell’organizzazione a Londra. Fondatore e primo presidente dell’Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze (AGIRE), è attualmente anche componente della direzione nazionale di Cittadinanzattiva e parte del Comitato Scientifico della Fondazione Campagna Amica. Nel 2011 è stato vincitore del Premio Eccellenza di ManagerItalia.

Chiudi

Pietroletti
Giulia Pietroletti Ricercatrice nell'ambito della partecipazione civica e governance collaborativa Biografia

Laureata in Filosofia e dottoranda in Scienze Politiche. Si è occupata di temi legati al diritto alla città con l'Associazione Città delle Mamme e di pratiche di gestione partecipata di spazi verdi e sta sviluppando un progetto di ricerca presso l'Università di Roma La Sapienza sui temi della valutazione degli strumenti normativi di gestione dei beni comuni e sulle loro implicazioni politiche. Dal 2013 al 2016 è stata Assessore con delega all'ambiente, intercultura e innovazione nella pubblica amministrazione per il Municipio V di Roma Capitale curando numerosi progetti e collaborazioni riguardanti gestioni e progettazioni partecipate.

Chiudi

Lipparini
Lorenzo Lipparini Assessore alla Partecipazione, cittadinanza attiva e open data - Comune di Milano Biografia

A giugno del 2016 sono stato nominato dal Sindaco di Milano, Beppe Sala, Assessore alla Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open Data. 

Attivista e militante Radicale da sempre, ho animato campagne per il Diritto e i diritti, la fecondazione assistita, il testamento biologico, il matrimonio egualitario, l'antiproibizionismo, la moratoria delle esecuzioni capitali e per un'Europa unita e federale. 

Con il Comitato Milano Sì Muove, di cui sono uno dei fondatori, nel 2011 ho contribuito al successo dei 5 referendum cittadini sull’ambiente e la mobilità, grazie ai quali Milano beneficia oggi della Darsena riqualificata, dell’avvio del progetto per la riapertura dei Navigli e dell'istituzione di Area C.

Dal 2006 al 2009 ho lavorato nello staff dei deputati radicali al Parlamento europeo, a Bruxelles e Strasburgo, seguendo l’attività delle commissioni affari esteri, diritti umani e libertà civili ed  occupandomi anche di trasparenza e software libero.

Nel 2010, come delegato della Lista Bonino Pannella alle regionali, ho denunciato Roberto Formigoni per per brogli, ottenendo l'annullamento delle elezioni e la condanna in primo grado dell’ex Presidente della Regione Lombardia per diffamazione di Radicali, Marco Cappato e Marco Pannella. Ho raccontato questa storia nel libro Formigoni, biografia non autorizzata, pubblicato da Editori Internazionali Riuniti.

Sono stato fino al dicembre 2016 Segretario dell'Associazione Enzo Tortora Radicali Milanoe Coordinatore per la Lombardia di Alde Party Individual Members.⨠Sono membro di direzione di Radicali italiani.

Mi sono occupato anche di consulenza aziendale e per il Terzo Settore ed ho coordinato le attività italiane della Onlus Il Sorriso dei miei Bimbi che opera con progetti di educazione nella favela Rocinha di Rio de Janeiro.

Sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale alla statale di Milano, di cui sono stato anche membro del Consiglio di Facoltà. Vivo da sempre a Milano, in zona Lambrate Città Studi, ma sono nato a Ponte dell’Olio, in provincia di Piacenza, il 2 gennaio 1982. Vivo con Gaia, la mia compagna, e la nostra bimba, Adelaide.

Chiudi

Almela Salvador
Marta Almela Salvador Researcher IN3/ UOC (Internet Interdisciplinari Institute/ Open University of Catalonia) Biografia

Nata a Barcellona. Laurea in economia aziendale e dottorato in Comunicazione, Tecnologie e Società. Esperienza di lavoro nel settore privato e pubblico. A Localret, consorzio della PA locale della Catalogna, si è occupata di progetti per la Società dell'Informazione, e-government e partecipazione. Alla Università Sapienza ha studiato come le pubbliche amministrazioni possono meglio coinvolgere i cittadini e facilitare la partecipazione attraverso le tecnologie e gli strumenti del web 2.0. Alla UOC (Universitat Oberta de Catalunya) fa parte del gruppo di ricerca Communication Networks & Social Change (CNSC).

Chiudi

Guercio
Caterina Guercio Funzionario amministrativo responsabile partecipazione e beni comuni . - Comune di Palermo

Cerimonia di premiazione

OpenGov Champion per la trasparenza, la partecipazione e la cittadinanza digitale

Premia

Marconi
Pia Marconi al convegno "Quale ruolo per il cittadino del XXI Secolo? Una nuova concezione di cittadinanza attiva" - FORUM PA 2018
Pia Marconi Capo Dipartimento della Funzione Pubblica Biografia Vedi atti

Capo del Dipartimento della Funzione Pubblica, Pia Marconi (1958) si è laureata in Scienze politiche nell’Università di Macerata, nel 1982. Ha frequentato il Corso superiore per la gestione dell’economia e dell’impresa all’Istituto Adriano Olivetti - Istao di Ancona. Ha una figlia, nata nel maggio del 2000.

Dal maggio 1997 è Direttore generale dell’Ufficio per l’innovazione delle pubbliche amministrazioni, del Dipartimento per la Funzione pubblica - Presidenza del Consiglio dei ministri. È responsabile della gestione di programmi per l’innovazione nelle pubbliche amministrazioni. Dal marzo 2002 è presidente del Comitato Public Governance dell’Ocse (già Puma), del cui Ufficio di presidenza fa parte dall’ottobre 1998. È membro del Gruppo di lavoro e-government del Comitato Public Governance/Ocse (da ottobre 2001).
E’ membro del Comitato di indirizzo e coordinamento dell’informazione statistica, Comstat (dal marzo 1999), incaricata del Ministro nel Comitato di gestione del problema informatico dell’anno 2000 per la Funzione pubblica (dicembre 1999 - gennaio 2000), componente dell’Unità permanente per l’elaborazione della strategia di “e-government” istituita con d.P.C.M. (settembre 2000 - giugno 2001), del Comitato di indirizzo e controllo sulla qualità ed efficienza della pubblica amministrazione del Dipartimento per la Funzione pubblica (dal gennaio 2002), del Comitato di indirizzo e coordinamento strategico per l’innovazione della pubblica amministrazione nelle aree depresse (dall’ottobre 2002), del Nucleo di Valutazione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (dal 2004).
Ha rappresentato il Dipartimento per la Funzione pubblica in Comitati e gruppi di lavoro sia a livello nazionale che internazionale, tra i quali: la Conferenza dei Direttori generali per la Funzione pubblica dell’Ue (dal novembre 1997 al maggio 2002), il Consiglio di amministrazione dell’Eipa (dall’aprile 1998 al giugno 2001), la Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi della Presidenza del Consiglio dei ministri (dal novembre 1997 al gennaio 2000), il Comitato permanente per l’attuazione della Carta dei servizi pubblici (dal luglio 1996 al luglio 1998).
Ha partecipato, in qualità di relatore, a conferenze e seminari nazionali ed internazionali sulla pubblica amministrazione tra i quali: British Council, New Public Management Seminars, La carta dei servizi pubblici e La Citizen’s Charter (Roma, Febbraio 1998); New York University, Public Participation in Public Services and Improving Service Delivery (New York, Maggio 1998); Premier Forum de la gestion publique (Parigi, Dicembre 1998); Ecole National d’Administration, Ena (Strasbourg, giugno 1999); International Public Management Conference 2002 (Siena, giugno 2002); the 2nd Quality Conference for public administrations in the Eu (Copenhagen, Ottobre 2002), European Caf Event, Roma (novembre 2003), Oecd Forum on Key Indicators (Measuring the effectiveness of public services), Palermo (novembre 2003), “Innovazione nella Pubblica Amministrazione: Stato di attuazione e prospettive”, EURAC, Bolzano (settembre 2005).
Nella precedente attività lavorativa si è occupata di riforme amministrative sia in qualità di consulente del Ministro per la Funzione pubblica (1993-1994), sia come ricercatrice presso l’Istituto nazionale di statistica (Istat) (1994-1996) e l’Istituto di studi per la programmazione economica (Ispe) (1996-1997). La sua carriera iniziale si è svolta nell’Eni (1983-1984) e nel Gruppo Montedison-Ferruzzi (1985-1993).
Ha scritto e pubblicato articoli sui seguenti argomenti: la legislazione italiana sugli aiuti di stato; l’attività dei comitati interministeriali nell’area della politica economica; il ruolo delle aziende pubbliche nei settori ad alta tecnologia; l’efficacia delle procedure amministrative; il contributo della riforma amministrativa alla riduzione della spesa pubblica; prezzi e procedure di acquisto delle pubbliche amministrazioni; federalismo fiscale; qualità dei servizi pubblici e politica della Carta dei servizi; la riforma della pubblica amministrazione in Italia, i “compliance costs” della regolazione, l’analisi di impatto della regolazione; il benessere organizzativo e le politiche di modernizzazione delle amministrazioni pubbliche.

Chiudi

Torna alla home