Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 09:30 a 11:30

Impatti organizzativi della Digital Transformation [ co.16 ]

Sala: Sala 3

Iscriviti a questo evento

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Una delle principali caratteristiche della digital transformation è la sua pervasività. Non esiste aspetto o attività, all’interno di qualsiasi organizzazione complessa, che non sia interessato dal cambiamento paradigmatico imposto dall’avvento delle tecnologie del digitale. Non si tratta, infatti, di un processo esclusivamente tecnologico, ma di un complesso e articolato percorso di cambiamento, in cui l’ammodernamento delle tecnologie informatiche va di pari passo con il ripensamento complessivo del proprio modello organizzativo.

Un processo che richiede quindi il coinvolgimento delle diverse funzioni dell’organizzazione, al fine di garantire lo sviluppo e la successiva implementazione di percorsi di change management coerenti e di largo respiro. Eppure, molte delle strategie di trasformazione digitale adottate dalle amministrazioni italiane rimangono ancora oggi appannaggio esclusivo della funzione IT. Il risultato è rappresentato da piani concepiti nelle segrete stanze dei tecnologi, di cui le altre funzioni rimangono meri destinatari.

Un vero processo di trasformazione digitale deve invece basarsi sull’engagement delle varie componenti dell’organizzazione e su un nuovo rapporto tra i sistemi informativi e le altre direzioni dell’ente, con i diversi responsabili di funzione chiamati a diventare i veri leader del percorso di cambiamento, mentre alla direzione IT spetterebbe il ruolo di soggetto catalizzatore della domanda di innovazione e di facilitatore del complessivo processo di trasformazione organizzativa e tecnologica.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Modera

Gianni
Manuela Gianni Direttore Responsabile @Digital4Executive - Gruppo Digital360

Keynote

Rangone
Andrea Rangone al convegno "Impatti organizzativi della Digital Transformation" - FORUM PA 2018
Andrea Rangone CEO - Digital360 Biografia Vedi atti

Andrea Rangone è stato fondatore e Direttore degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano. E’ autore di numerose pubblicazioni nazionali ed internazionali nelle aree strategia, digital economy, mobile business e gestione strategica dell’ICT. Ha fondato diverse imprese in ambito digitale. Oggi è CEO di Digital360.

Chiudi

Atti di questo intervento

co16_rangone_andrea.pdf

Chiudi

Intervengono

Tomasini
Stefano Tomasini Direttore centrale organizzazione digitale - INAIL Biografia

È responsabile del sistema informatico e di telecomunicazione aziendale e dello sviluppo del sistema informativo aziendale, dell'integrazione con gli altri sistemi della pubblica amministrazione, dei rapporti telematici e dell'evoluzione degli strumenti tecnologici per la reingegnerizzazione dei processi produttivi. È responsabile di tutte le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l’accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti (art.15 Legge 183/2011).

Chiudi

Attias
Luca Attias Responsabile Direzione Generale dei Sistemi informativi automatizzati - Corte dei Conti Biografia

Si è laureato in Ingegneria Elettronica presso “La Sapienza” Università di Roma e ha successivamente conseguito il master in Ingegneria dell’Impresa all’Università di Tor Vergata. Dopo la laurea ha lavorato presso la Datamat SpA dove, nell’ambito di commesse legate soprattutto a sistemi real time nel settore avionico e satellitare, ha partecipato per diversi anni a gruppi di lavoro internazionali. Dal 1999 è impiegato presso la Corte dei Conti dove attualmente opera come Dirigente Generale della Direzione Generale dei sistemi informativi automatizzati.

Si è impegnato per l’introduzione e lo sviluppo a tutti i livelli di una diffusa “cultura della società dell’informazione” e da diversi anni è diventato un punto di riferimento per una buona parte della Pubblica Amministrazione per le sue modalità di analizzare e comunicare i legami esistenti tra digitale, managerialità e lotta alla corruzione. Ha ottenuto in questi anni un elevato numero di riconoscimenti importanti soprattutto per la capacità di conciliare l’information technology con la managerialità. Le sue interviste e i suoi keynotes apparsi un po’ ovunque sono diventati una specie di “caso” sia per i contenuti altamente innovativi che per il numero di accessi e di commenti.

Chiudi

Brandi
Giorgio Brandi Direttore del Servizio Gestione PRA - Automobile Club d'Italia Biografia

Nato a Roma il 13 febbraio 1955, laurea in Scienze Politiche presso l’Università La Sapienza.

Direttore del Servizio PRA dell’Automobile Club d’Italia ( ACI ). Responsabile e Capo Progetto delle principali iniziative di sviluppo informatico in ACI: * Automazione del Pubblico Registro Automobilistico (PRA) ex L. 187/90 * Attivazione dello Sportello Telematico dell’Automobilista ex DPR 358/2000 * Digitalizzazione dei processi PRA e introduzione del Certificato di Proprietà Digitale Componente del Comitato Tecnico Esecutivo (istituito a norma dell'art. 4,c. 1 del Decreto 23 ottobre 2017) per l’attuazione del Documento Unico previsto dal Dlgs n. 98/2017.

Esperto di pianificazione e realizzazione di modelli organizzativi e procedurali per la ottimale gestione dei servizi PRA al cittadino. Relatore in numerosi Convegni, interni ed esterni, sulle tematiche inerenti l’innovazione dei servizi del Pubblico Registro Automobilistico.

Chiudi

Piunno
Simone Piunno Chief Technology Officer - Tecnologia e Architettura Team per la Trasformazione Digitale - Presidenza del Consiglio dei Ministri Biografia

Fin da piccolo ho sempre avuto la passione per l’Informatica e il mio primo programma l’ho scritto su un Commodore VIC20 quando ero ancora alle medie. A fine anni 80, prima che arrivasse Internet, avevo già conosciuto la potenza della rete con le BBS Fidonet, che usavo per scambiare messaggi elettronici con amici in tutta Italia, facendo arrabbiare i miei genitori con i fischi del modem a 1200 bps e soprattutto per le salate bollette della SIP.

Insieme ad alcuni amici di Ferrara nel 1996 ho fondato un Linux User Group e sono stato attivo per anni nella scena open source nazionale, organizzando eventi divulgativi e contribuendo alla sviluppo della comunità del software libero.

Ho cominciato la carriera professionale come sviluppatore software, prima con una breve esperienza in un Internet Service Provider ferrarese e poi, dopo una laurea in Ingegneria Elettronica con tesi sul Mobile Internet, nel 2000 a Bologna in Wireless Solutions, una piccola startup poi confluita in Dada. A quei tempi la parola startup non era ancora di moda.

In pochi anni ho progettato e guidato lo sviluppo di piattaforme web e mobile (tra cui un gateway SMS, uno store di contenuti multimediali, una piattaforma di pagamento via credito telefonico) e integrato tutto questo con i sistemi di una cinquantina di operatori telefonici mondiali, passando progressivamente a ruoli più manageriali fino a diventare CTO per l’unità Mobile di Dada.

Nel 2010 sono entrato in Buongiorno (oggi Docomo Digital) come direttore della tecnologia per l’unità B2C dove ho guidato un team internazionale di ingegneri dislocati in Italia, Spagna e Francia e, tra le altre cose, diretto lo sviluppo di una piattaforma di online advertising e di un sistema di analytics. In questo ruolo ho introdotto processi agili che hanno drasticamente ridotto i tempi di rilascio dei nuovi prodotti e aumentato l’efficienza del team.

Sono molto curioso e costantemente impegnato a investigare trend tecnologici innovativi, in questo momento soprattutto sul fronte di Big Data e del Machine Learning, area in cui in Toscana con alcuni amici ho recentemente creato una comunità di appassionati, organizzato un evento pubblico, collaborato col Master dell’Università di Firenze.

Quando non lavoro, a casa insieme a mia moglie Francesca, coccoliamo nostra figlia Isabella che ha appena sei mesi e quando il tempo me lo permette mi emoziono cantando in un coro gospel.

Faccio parte di quelli che non se ne sono mai andati perché ho avuto la fortuna di trovare in Italia ambienti stimolanti, internazionali, con progetti d’avanguardia e soprattutto brillanti compagni di viaggio che regolarmente sono diventati cari amici. È stato proprio uno di questi a presentarmi a Diego. Da anni speravo che il tema di una strategia digitale si imponesse finalmente nell’agenda nazionale e quando Diego mi ha proposto di entrare nella squadra ho accettato entusiasta questa sfida.

Chiudi

Damato
Vincenzo Damato Direttore Centrale Organizzazione e sistemi informativi - INPS
Donzelli
Paolo Donzelli Direttore, Ufficio Formazione, ricerca, progettazione europea e internazionale - SNA - Scuola Nazionale dell’Amministrazione
Torna alla home