Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 09:30 a 14:00

Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile [ sc.02 ]

in collaborazione con ASviS

Sala: Arena

Iscriviti a questo evento

REGISTRAZIONE VIDEO DELL'EVENTO

Continua la collaborazione di FPA con ASviS che anche quest'anno, in concomitanza con l'inaugurazione di FORUM PA, lancia il Festival dello Sviluppo Sostenibile. Subito dopo l'apertura, questo evento organizzato in comune, vuole essere un momento di riflessione e di approfondimento sul ruolo e le esperienze della Pubblica Amministrazione nel raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

In occasione dell’ultima campagna elettorale, l’Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) ha proposto alle forze politiche dieci punti per mettere lo sviluppo sostenibile al centro della nuova legislatura, che sarà decisiva per cambiare direzione e realizzare un duraturo miglioramento delle condizioni economiche, sociali e ambientali del Paese. Partendo da quei dieci punti, l’evento mette a confronto diversi attori della politica, della pubblica amministrazione e del settore privato, ciascuno dei quali può contribuire a realizzare un’Italia sostenibile.

Durante il convegno si svolgerà la premiazione dei migliori progetti candidati al “Premio PA sostenibile, 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030", promosso da FPA in collaborazione con ASviS.

Programma dei lavori

Modera

Speroni
Donato Speroni al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Donato Speroni ASviS Biografia Vedi atti

Giornalista, autore del blog Numerus sul sito del Corriere della Sera. Insegna economia e statistica all’Istituto per la formazione al giornalismo di Urbino. Tra i suoi libri più recenti: “2030 – la tempesta perfetta – Come sopravvivere alla grande crisi” (con Gianluca Comin, editore Rizzoli 2012;, “I numeri della felicità (Cooper 2010); “L’Intrigo saudita” Cooper 2009.

Chiudi

L’importanza della Pubblica Amministrazione per l’Agenda 2030

Giovannini
Enrico Giovannini al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Enrico Giovannini Portavoce dell’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile Biografia Vedi atti

È stato Chief Statistician e Director of the Statistics Directorate dell'OCSE dal 2001 all'agosto 2009, Presidente dell'ISTAT dall'agosto 2009 all'aprile 2013, dove nel 1993 ha assunto la direzione del Dipartimento di Contabilità Nazionale e Analisi Economica, mentre nel 1997 è stato nominato Capo Dipartimento delle Statistiche economiche, ricoprendo tale funzione fino al dicembre 2000. Dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 è stato Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali del governo Letta. È fondatore e Portavoce dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) e dal 2002 è professore ordinario di statistica economica presso la Facoltà di Economia dell'Università di Roma "Tor Vergata" e docente di Public Management presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università LUISS. E’, inoltre, autore di numerose pubblicazioni, membro di numerosi Board di fondazioni e di organizzazioni nazionali e internazionali.

Chiudi

Agenda 2030: le sfide dell’innovazione e della governance

Agrò
Maria Ludovica Agrò al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Maria Ludovica Agrò Direttore Generale - Agenzia per la Coesione Territoriale Biografia Vedi atti

Nata a Roma il 26.3.1954. E' sposata ed ha tre figli.

Direttore Generale dell’Agenzia per la coesione territoriale (dal 19 gennaio 2014).

Laureata con lode in Scienze politiche con indirizzo politico-economico-internazionale all’Università La Sapienza di Roma, si è specializzata in “Studi europei”  e in “Soluzione dei conflitti giuridici internazionali” .

Precedenti incarichi
Direttore Generale della Politica Industriale, Competitività e Piccole e Medie Imprese (dal 7 febbraio 2014 al 18 dicembre 2014)
Direttore Generale della Politica Industriale e Competitività MiSE ( dal 9 agosto 2013 al 6febbraio 2014)  
Direttore Generale Politica Regionale Unitaria Comunitaria –Dipartimento Sviluppo e Coesione (16 febbraio 2012-8 agosto 2013)
Direttore Generale dell’Ufficio degli Affari Generali e delle Risorse MiSE (1dicembre 2011-15
febbraio 2012)
Responsabile delle “Politiche di sostegno e promozione dei settori del Made in Italy” e del Punto Nazionale di Contatto OCSE per la Responsabilità Sociale di Impresa nell’ambito della Direzione Generale Politica Industriale e Competitività – MiSE (da agosto 2009 al 30 novembre 2011)
Direttore Generale della Proprietà Industriale -Ufficio Italiano Brevetti e Marchi -Ministero dello Sviluppo Economico (dal 1  gennaio 2008 al 31 gennaio 2009)
Direttore dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – Ministero delle Attività produttive (dal
4 giugno 2002 al 31 dicembre 2007)
Dirigente, come  vincitrice di concorso, dell’Ufficio  dei Marchi  Internazionali  e Comunitari -
Ufficio  Italiano Brevetti e Marchi – Ministero delle Attività produttive (1995-2002)
Funzionario,vincitrice del concorso pubblico per Capo Ufficio Statistica, presso il Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato (commercio interno e  industrie alimentari
1980 -1995)
Altri incarichi attuali
Membro del Comitato per lo sviluppo delle industrie del settore aeronautico Legge 808/85
Delegato italiano nel Gruppo di alto livello Entreprise Policy presso la Commissione Europea (EPG)
Delegato italiano al Comitato Industria presso l’OCSE  (dal 2009)
Membro del Bureau del Comitato Industria presso l’OCSE (dal 2011)
Co-presidente del gruppo MENA-OCSE per la politica delle PMI e lo sviluppo dell’imprenditorialità e del capitale umano (dal 2010)
Co-Presidente del gruppo di cooperazione industriale e per le alte tecnologie nel
l’ambito del Consiglio di Cooperazione Italia-Russia (dal 2010)

Chiudi

Gallo
Luigi Gallo al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Luigi Gallo Dirigente – Responsabile Area Innovazione e Competitività della BU Competitività e Territori - INVITALIA Biografia Vedi atti

Luigi Gallo, laureato in Economia e Commercio con il massimo dei voti a Napoli alla Università Federico II, Master CUOA in Banca e Finanza presso la Fondazione CUOA di Altavilla Vicentina, dottore commercialista, revisore dei conti.

Inizia la sua attività professionale in una società del gruppo Manuli con il ruolo di Credit Manager, successivamente è entrato a far parte dell’organizzazione Arthur Andersen, assumendo il ruolo di Manager (Dirigente) nell’anno 2000. In Arthur Andersen è stato il referente della Funzione Programmazione Territoriale e Finanza Agevolata, occupandosi, in particolare, di assistenza e supporto alle amministrazioni pubbliche per la attivazione e la gestione di programmi, anche cofinanziati con fondi strutturali e di strumenti della programmazione negoziata. Ha coordinato progetti finalizzati a favorire nuovi investimenti produttivi di primari gruppi industriali italiani ed esteri. Dal 2002 al 2003 ha svolto la propria attività professionale in Deloitte Consulting spa, con l’incarico di referente delle attività di Programmazione Territoriale e di Finanza Agevolata.

Da settembre 2003 è in Invitalia spa (già Sviluppo Italia), Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa Spa, dove ricopre, attualmente, l’incarico di Responsabile dell’Area Innovazione e Competitività. Nell’ambito di tale incarico si occupa di promuovere, coordinare e gestire programmi e progetti a favore ed a supporto delle Amministrazioni Pubbliche, in particolare, nell’ambito dei temi di ricerca e dell’innovazione, finalizzati a favorire e rafforzare la competitività dei territori. Componente di Comitati Tecnico-Scientifici e di Commissioni per la valutazione di progetti di ricerca e di trasferimento tecnologico presso il Ministero Istruzione Università e Ricerca, Ministero dello Sviluppo Economico, Amministrazioni Regionali ed Enti di Ricerca.

Chiudi

Atti di questo intervento

sc_02_05_gallo_agenda2030.mp3

Chiudi

Funari
Fabio Funari al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Fabio Funari Sustainability Lead - Dell EMC Italia Biografia Vedi atti

Fabio Funari è Sales Director per il Public Sector di Dell EMC Italia, con la responsabilità di rafforzare il presidio della società nel settore della Pubblica Amministrazione.

Con oltre 25 anni di esperienza nel settore ICT, Funari ha sviluppato riconosciute capacità manageriali e di vendita, oltre a una approfondita conoscenza del mondo Government, seguendo importanti clienti quali Poste, Ferrovie, Rai, Inps/Inail, BNP, Tim ed Enel.

In Dell dal 2011, Funari ha sempre guidato la divisione commerciale, seguendo progetti legati alla Pubblica Amministrazione Centrale e Locale, e distinguendosi per il raggiungimento di obiettivi sfidanti in termini di crescita della percezione della società e di fatturato nel Public Sector.

In precedenza, Funari è stato diversi anni in HP - ricoprendo ruoli di sempre maggiore responsabilità fino ad arrivare a quello di District Sales Manager del Personal System Group per il Public Sector – e in General Electric.

Chiudi

Atti di questo intervento

sc_0206__funari.mp3

Chiudi

Cellai
Cecilia Cellai al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Cecilia Cellai Dirigente del settore Sviluppo sostenibile e dirigente della Re.Te. PNR per Tecnostruttura delle Regioni per il Fondo sociale europeo Biografia Vedi atti

Nata a Livorno nel 1966. Esperta di fondi europei ed in “gestione dei processi ambientali”, è dirigente dal 1999 dell’Associazione Tecnostruttura delle Regioni per il Fse di Roma, di cui attualmente dirige il Settore Sviluppo Sostenibile, nonché è Responsabile del Regional Team per il contributo delle Regioni e delle Province autonome al Programma Nazionale di Riforma (Re.Te.PNR) a supporto del Cinsedo e della Conferenza delle Regioni. In virtù di ciò, presidia i temi afferenti al PNR ai tavoli tecnici a valenza nazionale, europea ed internazionale del Comitato Interministeriale Affari Europei (CIAE) ed a supporto del Coordinamento della Delegazione italiana del Comitato europeo delle Regioni. Rappresentante per la Conferenza delle Regioni - Commissione Affari europei e internazionali (Forum Coesione; Pilastro dei Diritti sociali; Negoziato bilaterale Italia-Commissione UE per la Programmazione dei Fondi SIE 2014-2020: tavoli tecnici Infrastrutture, Ambiente ed Energia, Politiche agricole). Precedentemente Dirigente di Tecnostruttura del Settore Inclusione sociale e politiche per la Disabilità, nonché responsabile per l’attuazione interregionale dell’Iniziativa Comunitaria EQUAL 2000-2006. Rappresentante per la Conferenza delle Regioni – Commissione Istruzione Lavoro Ricerca Innovazione (Relazione al Parlamento sul collocamento mirato; Delegazione nazionale del Negoziato IC EQUAL Italia–Commissione UE; relatore ai seminari di lancio europei, nazionali, regionali IC EQUAL sui temi lavoro, conciliazione, occupazione femminile, governance mercato del lavoro). Ha coordinato e curato progetti europei e transnazionali (ADAPT, Leonardo da Vinci; INTERREG, Azione Pilota UE art.10 FESR, Youthstart). Funzionaria presso il Bic Toscana di Massa, nonchè funzionaria per la Regione Toscana Dip.to “Lavoro e formazione” come esperta di “aiuti all’imprenditoria”, “aiuti all’Occupazione” e responsabile del controllo e monitoraggio di corsi di formazione professionale regionali e provinciali. Studi classici, laurea in Scienze Politiche indirizzo politico-internazionale all’Università degli Studi di Pisa, specializzazione in Studi europei; Master universitario di II liv. in “Enviromental Safety - Etica, sostenibilità e sicurezza ambientale” alla Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura” in Roma, 110/110 e lode. Qualifica di “Esperto in commercio estero” e di “Auditor ambientale interno”. Docente ai Seminari specialistici sulle politiche europee del Cinsedo, ha pubblicato numerosi articoli su PNR, governance economica europea, politica di coesione, diritti del lavoro e sociali, governance multivello.

Chiudi

Carparelli
Antonia Carparelli al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Antonia Carparelli Consigliere per la governance economica - Rappresentanza in Italia della Commissione Europea Vedi atti
Del Barba
Mauro del Barba al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Mauro Del Barba Camera dei Deputati Vedi atti

Ambiente, Salute, Società, Economia: rendere la PA motore di cambiamento per realizzare un’Italia sostenibile

Palumbo
Francesco Palumbo al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Francesco Palumbo Direttore Generale - Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Biografia Vedi atti

Francesco Palumbo, è responsabile della Direzione Generale Turismo presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del Governo Italiano (MiBACT).

Nel 2015, è stato Direttore Generale del Dipartimento per la Valorizzazione dei Beni Culturali del Comune di Roma.  Dal 2008, per sette anni, è stato Direttore dell'Area Politiche per la Promozione del Territorio, dei Saperi e dei Talenti della regione Puglia che cura i settori dei Beni e Attività culturali, Turismo, Scuola e Università, Mediterraneo.

Presso l'Università la Sapienza di Roma è stato docente di Economia Ambientale, Economia Internazionale, Economia Politica, ed Economia e Valorizzazione delle istituzioni culturali - Ha inoltre tenuto cicli di lezioni su "BBCC e strategie di valorizzazione: potenzialità di applicazione a territori specifici " ed Economia dell'Ambiente teoria e tecniche di valutazione. 

Ha più di 15 anni di esperienza professionale come consulente per diverse istituzioni nazionali ed internazionali, tra cui il Governo italiano, italiano MFA, MIBACT, la WB, OCSE- LEED.

In precedenza, ha ricoperto la carica di presidente e amministratore di varie società (Struttura, Motus Media, Ares. Archinext. e Ter.RE), operanti nei settori della ricerca sociale, analisi economica e consulenza per istituzioni finanziarie, enti locali e imprese attive negli ambiti dello sviluppo locale, della valorizzazione dell'ambiente e del patrimonio culturale.

Chiudi

Giacomini
Denise Giacomini al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Denise Giacomini Dirigente medico, Segretariato Generale - Ufficio 2 - Ministero della salute Biografia Vedi atti

Dirigente medico presso il Segretariato Generale del Ministero della salute, con attività di coordinamento dei programmi per la UN Decade of Action on Nutrition 2016 – 2025 (lotta alla malnutrizione ed al triplo burden). Responsabile di struttura semplice centrale “Coordinamento del settore ricerca in nutrizione e sicurezza alimentare” e referente scientifico di progetti e studi pilota in ambito educazione alimentare/nutrizione in collaborzione con Enti, Università e organizzazioni nazionali ed internazionali; referente per le relazioni istituzionali con Rapp.ONU per FAO e CFS (componente effettivo di gruppi di lavoro); ruolo di coordinamento dell’area Riabilitazione nutrizionale dei Disturbi dell’Alimentazione e della nutrizione; Componente del Tavolo Italia Decade per la nutrizione, del Tavolo di Lavoro sui Disturbi dell’alimentazione, del Tavolo Urban Health e di Tavoli interministeriali sui Piani strategici di ricerca per il settore Food System. Componente della Task Force UN Affairs, come co-Focal Point G7 e G20 salute.

Chiudi

Sperandini
Francesco Sperandini al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Francesco Sperandini Presidente e Amministratore Delegato - GSE Vedi atti
Pagano
Sergio Pagano al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Sergio Pagano Capo dell’ufficio II della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Vedi atti
La Camera
Francesco La Camera al convegno: "Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile" - FORUM PA 2018
Francesco La Camera Direttore generale per lo sviluppo sostenibile, per il danno ambientale e per i rapporti con l'Unione europea e gli organismi internazionali, - Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Biografia Vedi atti

Capo-negoziatore europeo all’UN-FCCC COP 20 (Conferenza delle Parti della Convenzione Quadro dell’ONU sui Cambiamenti Climatici) di Lima 2014, Capo negoziatore italiano alla COP 21 che ha portato all’Accordo di Parigi 2015, alla COP 22 di Marrakech e COP 23 di Bonn; responsabile della preparazione del G7 Ambiente 2017 di Bologna, sotto Presidenza italiana.

Segue il recepimento dell’Agenda 2030 e degli SDG (Obiettivi di Sviluppo Sostenibile) nel quadro europeo e nazionale, coordinando la redazione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, promuovendo la preparazione delle Strategie Regionali e il Forum della Società Civile; è responsabile del dialogo nazionale sulla finanza sostenibile, in collaborazione con UNEP, che ha portato al lancio del rapporto “Financing the Future” in Banca d’Italia (2017), al lancio del FC4S (International Network of Financial Centres for Sustainability) e dell'OIFS (Osservatorio Italiano sulla Finanza Sostenibile). Segue l’integrazione delle politiche ambientali nei Fondi Strutturali UE, la cooperazione internazionale ambientale, in particolare per l’attuazione dell’Accordo di Parigi sui Cambiamenti Climatici, il Catalogo sui Sussidi ambientalmente dannosi e favorevoli, i lavori del Comitato per il Capitale Naturale

Durante la sua carriera ha rappresentato l’Italia in numerosi gruppi di esperti internazionali all’UE, ONU-ECE, ONU-CSD, UNEP, OCSE. È stato membro del Nucleo di Valutazione della Spesa Pubblica del Ministero del Bilancio e della Programmazione Economica e Componente del gruppo di esperti della Commissione europea per la preparazione e l'applicazione delle direttive comunitarie per la Valutazione dell’Impatto Ambientale (VIA) e la Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

Con la Commissione Economica per l’Europa dell’ONU ha lavorato come esperto su Convenzione di Aarhus sull’informazione e la giustizia ambientale, Convenzione di Espoo sulla VIA in un contesto transfrontaliero, Convenzione sugli effetti transfrontalieri degli incidenti industriali (Helsinki). Dal 2006 al 2008 ha insegnato “sviluppo sostenibile” presso la Facoltà di Economia dell’Università di Reggio Calabria e dal 2003 al 2010 Economia dell’Ambiente e del Territorio presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Roma Tre. È autore di numerose pubblicazioni a livello nazionale e internazionale in materia di economia dell’ambiente, sviluppo sostenibile e valutazione dell’impatto ambientale; tra gli altri “Sviluppo Sostenibile – Origini, teoria e pratica” (2005), “Quale VIA per il Partito Democratico?” (2008), ”Misurare il valore dell’ambiente” (2009).

Chiudi

Atti di questo intervento

sc_02_15_la_camera.mp3

Chiudi

Cerimonia di premiazione

Premiazione dei migliori progetti candidati al “Premio PA sostenibile, 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030"

Dominici
Cerimonia di premiazione "Premio PA sostenibile"
Gianni Dominici Direttore Generale - FPA Biografia

Laureato in Sociologia, nel 1985 è socio fondatore dello Studio Gris, nato su iniziativa di un gruppo di professionisti impegnati a valutare le implicazioni di natura sociale ed economica delle attività di governo, di progettazione e di valutazione degli interventi nelle aree urbane e rurali. Nel 1991 riceve l’incarico, da parte della Fondazione CENSIS, di coordinare le attività dell’Associazione RUR nata su iniziativa della Fondazione con la finalità di elaborare e sostenere proposte innovative per le trasformazioni delle città e del territorio. Dal 1993 ha introdotto all’interno dell’associazione un nuovo campo sistematico di analisi ed intervento relativo allo sviluppo delle tecnologie telematiche nello sviluppo territoriale. Tra il 1997 e il 1998 ha lavorato alla Commissione Europea (DGXXIV) come esperto nel campo delle implicazioni sociali dello sviluppo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Dal primo gennaio 1999 a settembre 2007 è responsabile del settore Processi Innovativi della Fondazione Censis. In questo ruolo ha diretto numerose ricerche nel campo nella Società dell’Informazione e gestito progetti di telematica applicata. Dal primo gennaio 2001 al maggio 2006 ha assunto anche l’incarico di amministratore delegato di Atenea, una società di formazione in rete sui temi dell’innovazione e della tecnologia. Nel settembre 2007 è diventato vicedirettore generale di FORUM PA. Da gennaio 2010 ne è Direttore Generale.

Chiudi

Torna alla home