Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2018 (22-24 maggio)

Torna alla home

  da 11:45 a 13:30

La valutazione delle performance della PA: un primo bilancio dopo le riforme [ co.29 ]

Sala: Sala 2

Nei paesi più evoluti la valutazione, sia nel privato che nel pubblico, assume un ruolo chiave per il conseguimento del benessere economico e sociale. La necessità di assicurare la qualità degli investimenti e il controllo della spesa pubblica ha portato molti stati a varare riforme ispirate in vario modo al cd. New Public Management, che hanno interessato da oltre un decennio anche l’Italia. Alcune riforme si sono alternate e la p.a. deve necessariamente riflettere e capire quali soluzioni applicare ai limiti sin ora riscontrati.

Valutare le performance, organizzativa ed individuale, non significa semplice osservanza di procedure, ma capacità di produrre cambiamento in avanti per tutti, superando anche la cooptazione, tutta italica, che ha da tempo dimostrato nei fatti come in generale siamo più “amici e parenti” che cittadini responsabili.

Le riforme degli ultimi anni hanno permesso di fare passi in avanti, anche se per permettere di elevare la pubblica amministrazione italiana occorre liberarla da pesi che, più che normativi, sono organizzativi e comportamentali.

Non è oggi procrastinabile un tagliando a quanto introdotto dal legislatore in materia di valutazione delle performance della p.a. in Italia, cercando di capire cosa ha funzionato bene e cosa meno, per fare le opportune correzioni per una ripartenza efficace ed equa del Paese.

Per ascoltare la registrazione integrale dell'evento cliccare QUI

Programma dei lavori

Chairperson

Urbani
Giovanni Urbani al convegno "La valutazione delle performance della PA: un primo bilancio dopo le riforme" - FORUM PA 2018
Giovanni Urbani Evaluator & Public Administration Manager Biografia Vedi atti

Giovanni Urbani, manager pubblico e valutatore mantovano, è esperto di competitività del sistema produttivo ed infrastrutturale, organizzazione e valutazione nella PA.

Già “Segretario Nazionale” dell’Associazione Italiana di Valutazione (AIV) e “coordinatore nazionale dei valutatori delle performance pubbliche”, collabora da decenni con diversi atenei.

Dopo essere stato iscritto al Registro Nazionale dei Valutatori Professionisti (CESP), oggi lo è nell’Elenco Nazionale degli Organismi Indipendenti di Valutazione (OIV) nella fascia massima prevista dal Dipartimento della Funzione Pubblica (F3).

E’ membro dell’Associazione Nuova Etica Pubblica e collabora con l’agenzia nazionale per l’amministrazione e destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Nel 2008 gli è stata conferita l’onorificenza di Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana (O.M.R.I.) dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano.

Recentemente, il 27 dicembre 2017, gli è stata conferita l’Onorificenza di Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana (O.M.R.I.) dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. Ha scritto vari saggi per volumi collettanei e articoli su riviste specializzate ed è editorialista di alcuni quotidiani economici nazionali. È autore di Zitomir (E.I.L., Milano, 1983), di Dalla vecchia alla nuova globalizzazione (FrancoAngeli, Milano, 2002), di Un territorio meraviglioso (Mondadori, Milano, 2004), di Sviluppo, insieme (FrancoAngeli, Milano, 2007), di Valutare la sicurezza delle imprese (FrancoAngeli, Milano, 2008) e di Valutare le pubbliche amministrazioni: tra organizzazione ed individuo (Franco Angeli, Milano, 2010). E’ portatore sano di cultura della valutazione nel settore pubblico.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_29_urbani__1_.pdf

Chiudi

Intervengono

De Giorgi
Marco De Giorgi Direttore, Ufficio per la Valutazione della Performance - Dipartimento Funzione Pubblica Biografia

45 anni, di origini pugliesi, dal 2004 è Consigliere di ruolo della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Attualmente è Direttore generale dell’Ufficio per la valutazione della performance del Dipartimento della funzione pubblica. Dal 2008 al 2012 è stato incaricato, con decreto del Presidente della Repubblica, di svolgere le funzioni di Segretario Generale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Sul piano della formazione, dopo essersi laureatosi con lode in Giurisprudenza, indirizzo giuridico-economico, presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca, sempre con lode, in Organizzazione e Funzionamento della Pubblica. Amministrazione presso l’Università La Sapienza di Roma con il coordinamento del prof. Sabino Cassese. E' autore di vari articoli di Diritto pubblico e Organizzazione amministrativa su riviste giuridiche specializzate e svolge attività accademica e di ricerca in materia di Diritto amministrativo presso le Facoltà di Giurisprudenza delle università LUISS e LUMSA di Roma (corso di Innovazione delle organizzazioni amministrative).

Chiudi

Meola
Antonio Meola al convegno "La valutazione delle performance della PA: un primo bilancio dopo le riforme" - FORUM PA 2018
Antonio Meola Segretario Generale - Città Metropolitana di Napoli Biografia Vedi atti

Nato a Bedford (GB), laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, abilitato all’esercizio della professione forense, è Docente del Master di II° livello «MAGO» in Amministrazione e governo del territorio – Corso di programmazione e gestione manageriale - presso l’Università Luiss Guido Carli, Roma 2017/2018 Attualmente ricopre l’incarico di Segretario Generale della Città Metropolitana di Napoli.

Nel corso della carriera ha svolto le funzioni di Segretario Generale presso il comune di Firenze, in comuni appartenenti alle Regioni Piemonte, Lazio, Puglia e Umbria, nonchè di Direttore Generale in diversi Comuni del Lazio e presso la Provincia di Terni. Ha ricoperto gli incarichi di Docente Master in management pubblico e finanza pubblica, presso le Università La Sapienza, Tor Vergata, “Federico Caffè” (Roma), Ipma, Italian Project Management Academy, Anipm, Form System, Università europea di Roma, Università della Calabria, Campus universitario di Arcavàcata (CS) e Università di Siena.

E’ stato, inoltre, Docente di Economia e gestione delle imprese e dei servizi pubblici, presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi San Pio V° di Roma e Docente di Programmazione e controllo nelle amministrazioni pubbliche, presso la Facoltà di Economia dell'Università di Firenze, Dipartimento di Scienze aziendali e presso l’Università di Foggia.

Ha collaborato, come docente e relatore, con SNA - Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero Economia e finanze, Ministero Interno – SSAI, ANCI, UPI, Accademia per l’Autonomia, Università di Firenze, Luiss Guido Carli, Sda Bocconi, Forum PA, in convegni e seminari in materia di organizzazione e management, gestione delle risorse umane, finanza e contabilità pubblica, programmazione e controllo nelle amministrazioni pubbliche, economia e gestione delle imprese e dei servizi pubblici, compliance, trasparenza e prevenzione della corruzione

Chiudi

Atti di questo intervento

co_29_meola__1_.pdf

Chiudi

Scaletta
Adriano Scaletta al convegno "La valutazione delle performance della PA: un primo bilancio dopo le riforme" - FORUM PA 2018
Adriano Scaletta Responsabile della valutazione della Performance - ANVUR - Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca Biografia Vedi atti

Si occupa da oltre 10 anni e sotto varie forme di valutazione. Ha collaborato con enti pubblici, università, imprese private e soggetti del Terzo Settore in numerosi programmi e progetti comunitari, nazionali e locali, in particolare sul tema dello sviluppo locale e imprenditoriale e del trasferimento tecnologico dall’università alle PMI del territorio.

Negli ultimi anni si è concentrato specificatamente nella ricerca valutativa. È socio dell’Associazione Italiana di Valutazione e membro del Laboratorio di Valutazione Democratica. È componente dell’OIV di un ospedale pubblico ed è iscritto all’Elenco Nazionale degli OIV istituito dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

Dal 2015 coordina le attività del Sistema Nazionale di Valutazione della Performance nel comparto università e ricerca per conto dell’ANVUR.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_29_scaletta__1_.pdf

Chiudi

Cellesi
Luca Cellesi al convegno "La valutazione delle performance della PA: un primo bilancio dopo le riforme" - FORUM PA 2018
Luca Cellesi Dirigente – Ufficio per la Valutazione della Performance - Dipartimento della Funzione Pubblica Biografia Vedi atti

Fiorentino trapiantato a Roma, sposato, 1 figlio. Amo lo sport (calcio, basket, automobilismo…), la musica, il mare, i libri, la buona tavola, la storia, i viaggi.

Ho una Laurea in Ingegneria Meccanica e un Dottorato di Ricerca in Ingegneria Industriale conseguiti presso l’Università degli studi di Firenze. Sono uno dei 106 vincitori del 5 corso concorso della Scuola Nazionale dell’Amministrazione.

Attualmente sono dirigente presso l’Ufficio di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e mi occupo di ciclo dellaperformance, di controllo di gestione, di trasparenza, di anticorruzione, di programmazione e ciclo di bilancio.

In passato, oltre a numerose esperienze nel settore privato, sono stato uno dei primi collaboratori dell’allora neonata Commissione indipendente per la valutazione, l’integrità e la trasparenza delle pubbliche amministrazioni (CiVIT), poi ho collaborato con il Formez e con il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Le tematiche sulle quali da sempre concentro principalmente la mia attenzione sono i sistemi di quality assurance nel settore dei servizi, la misurazione e valutazione della performance organizzative ed individuale, il controllo di gestione, la pianificazione strategica, la valutazione del rischio, i sistemi di business continuity.

Sono profondamente convinto che la “qualità”, l’autonomia, l’indipendenza, l’autorevolezza della classe dirigente sia conditio sine qua non per l’efficacia e l’efficienza della Pubblica Amministrazione e credo che da questo punto di vista i dirigenti che provengono dall’esperienza del Corso Concorso possano contribuire in modo decisivo.

In questo senso anche l’Associazione Allievi SNA deve svolgere il proprio ruolo nel favorire la creazione di un vero network degli ex allievi attraverso il quale garantire lo scambio di esperienze, conoscenze, soluzioni.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_29_cellesi__1_.pdf

Chiudi

Dibattito

Cannavò
Leonardo Cannavò Professore Ordinario - Università La Sapienza Roma Biografia

Leonardo Cannavò, nato a Roma nel 1950, è professore ordinario di Metodologia e tecnica della ricerca sociale e docente di Sociologia della ricerca e dell’innovazione nel Dipartimento di Scienze sociali ed economiche di “Sapienza” Università di Roma. Negli anni ha insegnato anche Sociologia della conoscenza, Teorie e metodi di valutazione e politica sociale avanzata, Metodologie di valutazione e sociologia applicata. Ha diretto aree didattiche e scuole di dottorato in ricerca applicata nelle scienze sociali della “Sapienza”. Formatosi in filosofia della scienza e metodi di ricerca sociale, dalla metà degli anni Settanta ha svolto ricerca applicata e valutativa e pubblicato saggi e volumi sulla disoccupazione intellettuale, i governi locali, gli enti pubblici di ricerca, le professioni scientifico-tecnologiche, la comunicazione scientifica pubblica, la formazione, la qualità della vita, l’inclusione sociale, la social network analysis, i metodi di ricerca. E’ membro del comitato direttivo dei Quaderni di Sociologia e di società scientifiche nazionali e internazionali nei settori della ricerca sociale e dei social studies of science

Chiudi

Magnatti
Piera Magnatti Economista - Lepida S.p.A. Biografia

Economista, ha sviluppato competenze di ricerca applicata e assistenza tecnica in numerosi ambiti legati allo sviluppo locale. Tra questi, le esperienze più significative hanno riguardato le politiche industriali ai vari livelli e le politiche per la ricerca e l’innovazione.  Inoltre, sin dai primi anni di attività si è dedicata allo studio della valutazione applicata a programmi e progetti di sviluppo economico.  Ha collaborato con Nomisma SpA per oltre 30 anni, ricoprendo diversi ruoli tra cui Consigliere Delegato e Direttore Generale della Società. Attualmente è Presidente di Lepida S.p.A., componente dei Nuclei di valutazione “Industria, artigianato, Servizi” per il terremoto in Emilia Romagna, membro del Consiglio Direttivo di Manageritalia Emilia Romagna, consigliere di amministrazione di ITWAY SpA, Presidente del Comitato degli esperti della L.R. 7/2002 della Regione Emilia Romagna “Promozione del sistema regionale delle attività di ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico.”

Chiudi

Torna alla home